menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppi contagi, anche la provincia di Bologna passa ad "arancione scuro"

Il provvedimento per 15 giorni esteso su tutto il territorio metropolitano. Chiuse scuole di ogni ordine e grado. Spostamenti solo per lavoro

La Città metropolitana di Bologna passa in zona arancione scuro da lunedì prossimo, 1 marzo. Lo riferisce il sindaco di Anzola Emilia, Giampiero Veronesi. "A seguito della riunione urgente convocata oggi dal sindaco metropolitano Virginio Merola- annuncia Veronesi, che è anche consigliere delegato della Citta' metropolitana- comunico a tutti i miei concittadini che si e' deciso di istituire la zona arancione scuro per tutti i Comuni della Citta' metropolitana".

Il provvedimento, spiega ancora Veronesi, "decorrerà da lunedi' 1 marzo per le scuole e dal 27 febbraio per tutto il resto". Si tratta di una misura giustificata "dall'aumento esponenziale dei contagi su tutta la provincia di Bologna e il conseguente probabile collasso, nel breve periodo, delle strutture sanitarie- afferma Veronesi- nella giornata di ieri e' stato raggiunto, sulla provincia di Bologna, il picco massimo di contagi dall'inizio della pandemia".

Questa decisione comporta, tra le altre, "la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per 15 giorni, ad eccezione della scuola dell'infanzia e dei nidi, la limitazione degli spostamenti sia tra un Comune e l'altro sia all'interno del proprio Comune di residenza, la chiusura degli impianti sportivi anche all'aperto, e altre specifiche limitazioni- ricorda il sindaco di Anzola- seguiranno gli aggiornamenti del caso non appena verranno forniti".

Spostamenti verso il bolognese

Per quanto riguarda gli spostamenti, sono vietati sia in entrata che in uscita dai territori dei comuni, nonché all’interno dei medesimi territori, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Non sono consentiti gli spostamenti verso le abitazioni private e quelli dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, in ossequio a quanto previsto e disciplinato dall’art. 2 del decreto-legge n. 15 del 23 febbraio 2021.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento