menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà alimentare: un contributo alle famiglie dal Comune di Soliera

Il Comune di Soliera ha messo a disposizione dei propri cittadini in difficoltà un fondo di oltre 85mila euro. Domande dal 5 al 13 dicembre

Una nuova distribuzione di pacchi e buoni spesa a coloro che risentono maggiormente del semi-lockdown che stiamo affrontando in queste settimane: è il progetto al quale lavorano l'amministrazione comunale di Soliera e la cooperativa sociale Eortè, in coordinamento con l'Unione Terre d’Argine, replicando le straordinarie iniziative dei mesi di aprile e maggio che hanno dato testimonianza di un paese solidale e coeso.

A partire da sabato 5 a domenica 13 dicembre, i cittadini residenti a Soliera potranno richiedere il sostegno destinato alle famiglie in difficoltà economica a causa del Covid-19, attraverso i fondi di emergenza erogati con il recente Dpcm del 23 novembre, come da Ordinanza della Protezione Civile del 29 marzo 2020. La somma riconosciuta al Comune di Soliera ammonta a 81.787 euro, ai quali vanno aggiunti gli oltre 6.000 euro raccolti dalla Fondazione Campori, grazie all'iniziativa di beneficenza legata alla vendita delle opere d'arte realizzate e donate da tre artisti: Marino Neri, Michele Bernardi e Giuseppe Bertozzi aka Pierpe.

La domanda, redatta in forma di autocertificazione, si effettua compilando il modulo che si trova sul sito internet del Comune. Solo nelle giornate di giovedì 10 e venerdì 11 dicembre sarà possibile avvalersi per la compilazione della consulenza telefonica chiamando i numeri 059.568502 o 059.568576, dalle 9 alle 13, tenendo a portata di mano la propria carta d’identità. Può essere presentata una sola domanda per nucleo familiare. Per aver diritto al contributo è necessario rientrare in uno dei criteri indicati sul modulo di domanda. L'ammontare del sostegno varia a seconda dei componenti del nucleo familiare: 1 single riceve 150 euro, 2 componenti 200 euro, e così via. Per ogni componente in più la cifra aumenta di 50 euro, fino a un massimo di 500 euro. In accordo con la Guardia di Finanza, verranno effettuati controlli sulle autocertificazioni e, in caso di dichiarazioni mendaci, verranno fatte segnalazioni alle autorità competenti.

Il progetto è stato affidato alla cooperativa sociale Eortè che acquisterà i prodotti alimentari e curerà la distribuzione a domicilio dei pacchi e dei buoni spesa prima di Natale, con l'aiuto delle associazioni locali di volontariato.

“Il nostro intento”, spiega il Sindaco Roberto Solomita, “è proprio quello di essere rapidi, pur nella complessità dell'operazione, e di arrivare a consegnare i pacchi prima delle festività natalizie, come segno di concreto incoraggiamento da parte della comunità solierese a chi è maggiormente in difficoltà. Allo stesso tempo siamo orgogliosi di poter coinvolgere e sostenere l'economia locale, con particolare attenzione ai piccoli produttori anch'essi colpiti dalla crisi, tutto questo grazie alla fondamentale partnership di Eortè”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento