Mirandola, inaugurazione in pompa magna per la sede temporanea della Municipale

Oggi la cerimonia in via 29 maggio con la partecipazione del Cardinale Ernest Simoni

Inaugurata oggi con una cerimonia solenne la sede temporanea della Polizia Locale UCMAN e presidio Operativo di Mirandola, in via 29 maggio. Si estende su di una superficie di 600mq (150mq in più rispetto alla sede di via Roma) e conta al suo interno ad 15 locali. Attualmente impiega: 5 operatori e un ispettore per la centrale operativa UCMAN e, 13 agenti e due ispettori.

Invitato dal Comandante della Polizia Locale dell’Unione dei Comuni Modenesi dell’Area Nord, Gianni Doni, l'ospite d'onore della giornata è stato il 92enne Cardinale Ernest Simoni  - accompagnato dal suo segretario Cavaliere Vieri Lascialfari - che al suo arrivo, è stato accolto dal Sindaco di Mirandola Alberto Greco, Presidente UCMAN pro tempore e Sindaco di Cavezzo, Lisa Luppi, Don Fabio Barbieri, parroco del Duomo di Mirandola Santa Maria Maggiore e dallo stesso Comandante Doni. Superato il picchetto d’onore istituito per l’occasione, la cerimonia ha potuto avere inizio anche alla presenza di tutte le autorità militari e civili tra le quali: la Dott.ssa Patrizia De Angelis, Capo di Gabinetto, in rappresentanza del Prefetto di Modena, Onorevole Guglielmo Golinelli, rappresentanti della Forze dell’Ordine – Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza – Sindaci dei Comuni dell’Unione, associazioni di volontariato e esponenti della Protezione Civile.

La cerimonia si è aperta nel ricordo dei tragici eventi di quel 21 maggio 2019 quando l’allora sede della Polizia Locale di via Roma in centro a Mirandola, andò distrutta a causa del fuoco appiccato da uno straniero dopo che si era intrufolato nei locali per furto. Nell’incendio, perirono una signora di 86 anni, Marta Goldoni e la sua badante di 74 anni, Yaroslava Kryvoruchko.18 gli intossicati di cui tre gravi, tra cui il marito della signora. Tutte puntualmente ricordate oggi dal Comandante Doni nel saluto iniziale che non ha mancato di evidenziare come, nonostante i disagi intervenuti, l’attività della Polizia Locale sia proseguita con regolarità.

All’intervento del Comandante, ha fatto seguito quello del Sindaco di Mirandola Greco. Il primo cittadino ha espresso soddisfazione per la giornata, oltre che il proprio compiacimento per un ospite tanto illustre. “Un importante esempio di rettitudine e correttezza verso sé stesso e verso la gente – ha dichiarato – come sono sicuro voi agenti della Polizia Locale mirandolese saprete diffondere verso la popolazione. L’impegno, la fiducia, il costante lavoro quotidiano che vi porta a confrontarvi giornalmente con i cittadini, le famiglie, i giovani e gli anziani per supportare le regole di vita comune, sono quanto non dovrete mai dimenticare.” Al cardinale poi, il Sindaco di Mirandola ha donato la targa in cristallo recante lo stemma del Comune, unitamente ad una pergamena di ringraziamento a nome della cittadinanza.

È toccato poi al Presidente UCMAN protempore, Luppi, che ha voluto ricordare il ruolo essenziale svolto dalla Polizia Locale sul territorio e della Dott.ssa De Angelis, che invece ha manifestato la vicinanza della Prefettura ai famigliari delle vittime, sottolineato il significato della cerimonia per dare fiducia alla comunità in un periodo come quello attuale.

All’applauso sentito da parte dei presenti per il racconto sulla vita del Porporato, ha fatto seguito poi l’Inno d’Italia e quindi la visita e la benedizione del Cardinal Simoni dei locali dove ora ha trovato sede - temporaneamente ed in attesa del nuovo stabile – il Comando della Polizia Locale dell’UCMAN nonché presidio della Polizia Locale di Mirandola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento