Ricostruzione. Le sette sfere tornano a decorare la facciata della Chiesa del Voto

Giovedì 28 febbraio saranno riposizionate le sette sfere rimosse dopo il sisma. Da mercoledì pomeriggio chiusa la strada dal lato di piazza Matteotti

Tornano al loro posto, a decorare la facciata della chiesa del Voto in via Emilia centro, le sette sfere in pietra di Vicenza rimosse in via cautelativa dopo il sisma del 2012. L’operazione di riposizionamento si svolgerà giovedì 28 febbraio nell’ambito del cantiere per il restauro e il ripristino con miglioramento sismico della chiesa in corso da qualche mese.

Per consentire che i lavori si svolgano in piena sicurezza è prevista la chiusura del tratto di strada adiacente la chiesa dal lato di piazza Matteotti, dal primo pomeriggio di mercoledì 27 febbraio e fino a venerdì 1 marzo mattina.

Dopo la caduta di una delle sfere a causa del sisma, erano state rimosse per precauzione di tutte quelle posizionate nella parte alta della facciata della chiesa del Voto, mentre per quelle più basse era stato eseguito un ancoraggio provvisorio con cavi di acciaio. Le sette sfere rimosse saranno sollevate da una gru e riposizionate mediante barre precompresse ancorate in profondità alla muratura con travi di contrasto.

L’intervento di restauro e ripristino della chiesa, una delle otto di proprietà del Comune, costruita tra il 1630 e il 1640 come adempimento del voto fatto dai modenesi alla Madonna della Ghiara affinché cessasse la peste, ha un valore complessivo di 717 mila euro, finanziato con le risorse messe a disposizione della Regione per gli interventi post sisma. I lavori, già eseguiti per oltre il 50 per cento, riguardano la messa in sicurezza e il rafforzamento delle strutture dell’edificio, i danni causati dal terremoto hanno, infatti, ridotto fortemente la capacità di resistenza alle azioni sismiche di porzioni significative della chiesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento