rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità

La lettura a sostegno della salute: 1.400 libri donati a disposizione nelle Pediatrie Ausl

I volumi, acquistati dai cittadini ad agosto scorso nell’ambito dell’iniziativa “Aiutaci a crescere. Regalaci un libro” promossa dalle librerie Giunti al Punto di Modena, sono in corso di distribuzione in circa 20 sedi aziendali, tra Pediatrie ospedaliere, Pediatrie di Comunità, Case della Comunità e Neuropsichiatria infantile

Dai grandi classici della letteratura per bambini ai fumetti con i personaggi più amati dai piccoli lettori: nei 1.370 libri donati dai cittadini alle Pediatrie dell’Azienda USL di Modena c’è tutto ciò che serve per allietare l’attesa di una visita o di un esame ai bimbi e ai loro genitori, che possono così avere nella magia della lettura un solido alleato in questi momenti di stress.

L’iniziativa rientra nell’ambito “Aiutaci a crescere. Regalaci un libro”, promossa dai tre punti vendita Giunti al Punto di Modena: i volumi, acquistati nel mese di agosto scorso dai cittadini che hanno aderito al progetto, sono in corso di distribuzione in circa 20 sedi aziendali in tutta la provincia, tra Pediatrie ospedaliere, Pediatrie di Comunità, Case della Comunità e Neuropsichiatria infantile, oltre che negli studi medici dei Pediatri di Libera Scelta di Modena, per essere messi a disposizione dei giovani pazienti e dei loro genitori.

Il progetto, rientra a pieno titolo nell’alveo delle iniziative per la promozione dei sani stili di vita, per un benessere psicofisico a 360 gradi: grazie alla forza della lettura e della fantasia, sarà infatti possibile ridurre la tensione che molti bambini sperimentano nei momenti fisicamente ed emotivamente impegnativi come quelli prima di una visita medica.

I libri donati, inoltre, andranno a supportare le attività modenesi di “Nati per leggere”, progetto internazionale che diffonde la lettura a voce alta ai bambini fin dai sei mesi d'età realizzato insieme a biblioteche e Pediatri del territorio, di cui proprio in questi giorni si celebra la Settimana Nazionale (dal 19 al 27 novembre).

Libri pediatria Ospedale Ramazzini di Carpi

L’importanza della lettura condivisa – afferma Romana Bacchi, Direttrice Sanitaria dell’Azienda USL di Modena –, soprattutto durante i primi 3 anni di vita, come fonte di supporto allo sviluppo cognitivo ed emotivo del bambino è evidente nella letteratura scientifica pediatrica. Per questo come Azienda sanitaria sosteniamo con convinzione ogni iniziativa che va in tale direzione: vorrei ringraziare di cuore i tanti cittadini che hanno scelto di aderire al progetto promosso dalle librerie Giunti di Modena, facendo sì che si ampliassero le proposte di lettura nelle diverse sedi dell’assistenza di tipo pediatrico. Un buon libro, letto dalla mamma o dal papà, può far distogliere l’attenzione del bambino verso il momento della visita, facendolo viaggiare con la fantasia”.

Ancora una volta – sottolinea Andrea Spanò, Direttore del Distretto di Modena – la comunità modenese si è dimostrata sensibile a un’iniziativa che riguarda il benessere psicofisico dei più piccoli: la corsa ad acquistare i libri per donarli alle pediatrie della provincia, circa 43 volumi al giorno per un totale di 1.370, ci riempie di orgoglio. Anche io ringrazio tutti i cittadini e il Centro Universitario Sportivo dell’Università di Modena e Reggio Emilia che ha sostenuto l’acquisto di 45 libri: questo territorio è da sempre attento all’importanza della lettura, soprattutto per i bambini, e non a caso l’Azienda USL ha aderito già circa 20 anni fa al progetto nazionale Nati per leggere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lettura a sostegno della salute: 1.400 libri donati a disposizione nelle Pediatrie Ausl

ModenaToday è in caricamento