rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

“CiboAmico”, raccolte in tre anni 12 tonnellate di prodotti per i più bisognosi

Il progetto di Hera nato nel 2019 a Modena coinvolge Mercato Albinelli, Agricola Prima Natura ,Ceis e Comune e dona ai bisognosi le eccedenze alimentari

CiboAmico, il progetto del Gruppo Hera per il recupero delle eccedenze alimentari, attivo a Modena dal 2019, prosegue nella sua collaborazione con il Mercato Albinelli e Agricola Prima Natura e continua a contrastare lo spreco di cibo e la riduzione della produzione di rifiuti, traducendosi allo stesso tempo in una solidarietà concreta verso i bisognosi. 

Il progetto era nato nelle mense aziendali del Gruppo, dove è attivo sin dal 2009, con l’obiettivo di recuperare i pasti non consumati, e a Modena, con la collaborazione con i commercianti aderenti, estende il suo scopo anche ad evitare lo spreco di quei prodotti freschi che, al termine della giornata, possono avanzare sui banchi del mercato: alimenti ancora perfettamente commestibili ma che, per diverse ragioni, il giorno successivo non potrebbero più essere venduti.

Per questi prodotti, che andrebbero dunque buttati, grazie a CiboAmico esiste un’alternativa virtuosa. I commercianti, infatti, possono scegliere di donare al Ceis le loro rimanenze, che verranno utilizzate a beneficio di persone in condizione di disagio.  I risultati dei primi anni di vita del progetto sono positivi, e dall’inizio delle raccolte sono state recuperate quasi 12 tonnellate di alimenti: si tratta principalmente di frutta, verdura, pane e prodotti da forno, per un controvalore economico stimabile in 35mila euro.

Generi alimentari, peraltro, che verranno consumati invece di essere gettati, generando anche benefici per l’ambiente: evitare di sprecare quelle quantità di prodotti significa, infatti, che le risorse idriche impiegate (quasi 20 milioni di litri) e le emissioni in atmosfera prodotte (per 16 tonnellate di CO2 equivalenti) per la coltivazione e la produzione degli stessi prodotti non sono state vane. 

Un risultato reso possibile, oltre che dalla generosità e dall’impegno degli esercenti, anche grazie alla presenza, tra i partner del progetto, proprio del Gruppo Ceis: è infatti in capo alla Onlus la raccolta delle derrate alimentari, che sono poi utilizzate presso le strutture modenesi "Casa Mimosa" e “La Torre”.

L’iniziativa “CiboAmico – Mercato Albinelli”, è nata su proposta di HeraLAB Modena, mentre la parte progettuale è stata curata da Last Minute Market - Impresa Sociale s.r.l., spin-off dell’Università di Bologna che da anni affianca il Gruppo Hera nella realizzazione di progetti di lotta agli sprechi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“CiboAmico”, raccolte in tre anni 12 tonnellate di prodotti per i più bisognosi

ModenaToday è in caricamento