menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Felice, chi percepisce il Reddito di Cittadinanza aiuterà nella manutenzione del verde

Nel Comune della Bassa attivato il protocollo previsto dalla legge: chi oggi ottiene il sussidio affiancherà i dipendenti comunali per almeno 8 ore a settimana

I beneficiari del reddito di cittadinanza residenti a San Felice sul Panaro saranno impiegati nella manutenzione del verde pubblico cittadino. Nell’ambito dei Patti per il lavoro e/o per l’inclusione sociale, infatti, i beneficiari del reddito di cittadinanza sono tenuti a svolgere progetti utili alla collettività (Puc) nel Comune di residenza per almeno 8 ore settimanali aumentabili fino a 16. Una norma la cui applicazione è purtroppo piuttosto rara, dal momento che la maggior parte dei comuni non ha ancora attivato questi percorsi

Lo ha fatto però l'Amministrazione di San Felice sul Panaro, i cui progetti prevedono un impiego dei beneficiari in ambito culturale, artistico, ambientale, formativo. Il primo a partire sarà il progetto in ambito ambientale che vedrà i percettori del reddito impegnati nella manutenzione del verde pubblico, affiancando e supportando il lavoro dei dipendenti comunali. 

Il Comune ha già predisposto tutti gli atti per avviare il percorso e si è solo in attesa della polizza assicurativa obbligatoria che dovrebbe arrivare a breve. 

«Ritengo che l’attivazione dei progetti sia prima di tutto un’occasione di inclusione e crescita per i beneficiari e per la collettività – ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali Elisabetta Malagoli – oltre che un valido principio basato sulla valorizzazione dei cittadini e dei beni comuni». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-covid, chi può prenotare e come farlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento