Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Manifattura Riese, sciopero e corteo contro i licenziamenti

A rischio 80 lavoratori. Prossimo tavolo al Ministero il 28 luglio

Si è svolto come previsto in mattinata lo sciopero di otto ore indetto dai sindacati Filctem e Filcams-Cgil di Modena e Femca-Cisl Emilia-Romagna alla Manifattura Riese (marchio Navigare) con sede a Rio Saliceto in provincia di Reggio Emilia.

La protesta è scattata dopo che la proprietà ha disertato il tavolo al ministero dello Sviluppo economico convocato tre giorni fa per trovare un'alternativa alla decisione di mettere in liquidazione l'azienda e licenziare tutti i lavoratori (un'ottatina). Una scelta a cui si oppongono dipendenti e parti sociali, che la ritengono dettata da "fini speculativi, lucrando sulla vendita del marchio e sull'abbattimento dei costi, nonostante i bilanci siano in equilibrio".

La mobilitazione si è svolta con un corteo partito dalla sede della manifattura che ha sfilato fino al mercato cittadino per distribuire ai cittadini dei volantini informativi sulla vertenza in atto. Alla Goldoni, azienda metalmeccanica sita tra Carpi e Rio Saliceto, era previsto oggi uno sciopero di due ore in segno di solidarietà con i colleghi della fabbrica tessile. Un nuovo tavolo a Roma è intanto convocato per il 28 luglio.

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifattura Riese, sciopero e corteo contro i licenziamenti

ModenaToday è in caricamento