menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
parte della refurtiva recuperata

parte della refurtiva recuperata

Furti nei supermercati, arrestate tutte le componenti della “banda delle rumene”

Appostamento al Famila di Mirandola e poi inseguimento in auto. Finiscono in manette tre donne e un giovane, complici delle due donne già arrestate nei giorni scorsi. Avevano razziato generi alimentari in molti negozi della provincia

Finisce in manette la banda composta da signore rumene dedita ai furti di generi alimentari e bevande alcoliche nei supermercati della bassa modenese e mantovana. Una temuta combriccola di cittadine dell'est che ha messo a segno innumerevoli furti, riuscendo ad ingannare i sistemi antitaccheggio anche con grandi quantità di prodotti, per migliaia di euro di valore.

Lo scorso 25 febbraio a finire agli arresti erano state le prime due ladre del gruppo, trovate in possesso di ben 1.500 euro di bottiglie di bevande alcoliche. Ma, come evidenziato dalle telecamere, la Polizia era consapevole che la banda poteva vantare un numero superiore di componenti ed ha perciò avviato delle indagini approfondite, riuscendo ad identificare e sorprendere i complici.

La brillante operazione è andata in scena sempre a Mirandola, partendo dal supermercato Famila e ha visto la partecipazione congiunta del Settore Anticrimine, della Volante e di un equipaggio della Polizia Stradale. I quattro componenti del gruppo sono stati osservati presso il centro commerciale e poi pedinati da un Sovrintendente in borghese lungo viale Gramsci. Qui le due donne seguite dagli agenti sono fulmineamente salite a bordo di un'Alfa Romeo con targa straniera, che poi si è allontanata a tutta velocità bruciando un semaforo rosso, ovviamente dopo che le malviventi si sono accorte di essere seguite.

Dopo un inseguimento di circa un km, le auto della Polizia sono riuscite a dermare i fuggitivi all’altezza del parcheggio antistante la Concessionaria Franciosi, sulla statale Nord. I quattro occupanti dell’auto sono stati senza ombra di dubbio riconosciuti come gli autori del furto di pochi istanti prima: alla guida vi era l’unico uomo e dietro le ultime due sfuggite al Sovrintendente.

L'abitacolo dell'auto era cosparso di generi alimentari, così come il baule, dove erano sistemate borse stracolme di prodotti rubati nei supermercati Famila di Mirandola, Eurospin di Ostiglia (MN) e Lidl di Mirandola. Le ladre e il ragazzo sono poi stati idendificate: C.D.T., nato in Romania nel 1989;  la madre N.G.T. nata in Romania nel 1971; E.S.P., nata in Romania nel 1989; M.M.P., nata in Romania nel 1978. I primi tre con precedenti di polizia specifici, la quarta incensurata. 

Nei giorni scorsi il GIP ha convalidato gli arresti e per i primi due, madre e figlio, ha disposto l’obbligo di dimora nel Comune di Bastiglia, luogo ove sono domiciliati. Ai quattro è stato notificato anche l’avvio del procedimento amministrativo atto ad emettere il fogli di via obbligatori dal Comune di Mirandola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento