Caccia di frodo, esplode ancora il fenomeno sui crinali dell'Appennino

Nel Parco del Frignano la fauna è tutelata e la caccia vietata, ma qualche trasgressore è sempre presente. Una denuncia della Forestale anche negli ultimi giorni. Scoperti anche capanni abusivi

L’attività di controllo congiunta del Corpo Forestale e delle Guardie Parco finalizzata al contrasto del bracconaggio all’interno del Parco del Frignano, ha portato alla denuncia di un cacciatore trovato in attività all’interno dell’Area protetta, oltre al sequestro dell’arma e del relativo munizionamento. Scoperti su un alto crinale anche alcuni capanni abusivi.

L’attività di controllo si concentra in prossimità del crinale tosco-emiliano, in questo periodo particolarmente frequentato sul versante toscano da coloro che esercitano la caccia all’avifauna migratoria, in particolare al colombaccio. La caccia è severamente vietata nel territorio modenese del Parco, come pure è vietata dalla Legge 157/92 anche in quello toscano ad una distanza inferiore ai 1.000 metri dai valichi appenninici.

Nonostante questi divieti si verificano spesso sconfinamenti. In alcuni punti del crinale è stato anche riscontrato l’abbattimento di faggi secolari con il chiaro intento di aprire un varco visivo sulle rotte di migrazione degli uccelli. Una situazione che, lo scorso anno, aveva indotto il Presidente dell’Ente Parchi Emilia Centrale, Giovanni Battista Pasini, a prendere posizione con una lettera inviata al Presidente della Regione Toscana ed ai Presidenti delle Province di Lucca e Pistoia, chiedendo loro di svolgere adeguati controlli lungo i valichi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intervento congiunto della Forestale di Fanano insieme alle Guardie dell’Ente Parchi, hanno portato ad accertare diverse trasgressioni puntualmente sanzionate. Il Presidente Pasini, prontamente informato dell’ultima infrazione riscontrata, si è complimentato ed ha ringraziato i quattro agenti per la brillante operazione compiuta. Questa azione fa parte di una più ampia collaborazione, molto positiva, che si è instaurata fra l’Ente Parchi ed il Corpo Forestale dello Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento