Imprese, dalla Regione contributi per le partecipazioni fieristiche

Fino al 12 settembre si possono presentare le richieste per i contributi. L'assessore Vecchi: "La Regione promuove l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese dell'Emilia-Romagna puntando anche sul Expo 2015 a Milano"

Al via il bando per la richiesta di contributi a sostegno di iniziative di partecipazione fieristica per il 2014. L'obiettivo è di promuovere i processi di internazionalizzazione delle imprese regionali con il sostegno a iniziative di partecipazione a fiere ed eventi internazionali, prioritariamente in forma aggregata e iniziative realizzate nell’ambito dell’Expo di Milano 2015.

Possono partecipare singole imprese o aggregazioni temporanee di imprese (Ati), presentando un elenco di minimo tre  eventi da tenersi all’estero o nell’ambito dell’Expo Milano nel corso del 2015: almeno uno degli eventi dovrà essere una fiera estera con qualifica internazionale.

“Così la Regione – sottolinea l’assessore regionale alle Attività produttive Luciano Vecchi -  promuove l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese dell’Emilia-Romagna puntando anche sul Expo 2015 a Milano. E lo fa  attraverso la realizzazione di eventi e progetti di promozione finalizzata alla penetrazione nei mercati esteri, l’erogazione di servizi informativi e di assistenza, il sostegno alle azioni promozionali da realizzarsi principalmente in forma aggregata.  Il bando si inserisce nel programma regionale attività produttive 2012 - 2015 relativo ai contributi per piccole e medie imprese e aggregazioni di piccole medie imprese”.

Le domande potranno essere presentate alla Regione Emilia-Romagna tramite posta elettronica certificata (Pec) entro il 12 settembre 2014. L’agevolazione prevista nel bando consiste in un contributo fino ad una misura massima del 30% della spesa ritenuta ammissibile per le singole imprese e al 45% per le Ati. La spesa ammissibile non potrà, in ogni caso, superare l’importo di 100 mila euro per le singole imprese e di  200 mila euro per le Ati partecipanti. Saranno esclusi i progetti con spesa ritenuta ammissibile dalla Regione inferiore a  20 mila per le singole imprese e a 100 mila per le Ati. Il contributo sarà concesso secondo un meccanismo a sportello fino a esaurimento delle risorse disponibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento