rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Uscite senza motivo, venti denunce al giorno. E aumentano le liti in casa

Sono soprattutto i giovani e riempire le fila dei denunciati per violazione del Decreto che regola gli spostamenti. Ieri sanzionato un ragazzo uscito dopo una lite con il padre

Insieme al bollettino dei contagi cresce anche quello delle persone che quotidianamente vengono denunciate dalle forze dell'ordine per non aver rispettato le norme di contenimento imposte - per il territorio di Modena - a partire dall'8 marzo scorso con il Decreto del Presidente Conte, poi esteso a tutto il paese. 

Alla data di ieri sono stati effettuati 2.022 controlli da parte delle Forze dell’Ordine in tutta la provincia di Modena, che si sono tradotte in 129 denunce a carico di persone che violato l’obbligo di spostarsi a vario titolo o che hanno prodotto dichiarazioni false.  A questi si aggiungono i 786 controlli sugli esercizi commerciali, durante i quali sono stati contatate 5 aperture abusive.

Come era prevedibile, inoltre, la convivenza forzata sta dando origine a tensioni fra le mura domestiche: la Polizia conferma un aumento degli interventi per liti in famiglia, per fortuna tutte senza gravi conseguenze fisiche per le persone coinvolte.

Sintomatico il caso accaduto ieri in zona Buon Pastore, dove un ragazzo di 22 anni è stato denunciato per essere stato sorpreso in strada: agli agenti ha confessato che era uscito dall'appartamento dopo un litigio con il padre, non riuscendo più a sopportare l'atmosfera che si era creata in casa.

Sempre a Modena, in via Canaletto, sono stati deferiti anche due trentenni provenienti da Correggio, che una volta controllati a bordo della loro auto hanno spiegato che stavano andando a trovare alcuni amici in città per trascorrere insieme al serata. Una decina nel complesso le persone denunciate ieri dagli agenti della Questura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uscite senza motivo, venti denunce al giorno. E aumentano le liti in casa

ModenaToday è in caricamento