Comparto carni, agitazioni sindacali continue fra cortei e blocchi delle merci

Ancora una giornata difficile tra Castelnuovo e Solignano. La Cgil sfila con i lavoratori di Castelfrigo, mentre il picchetto di Si Cobas alla Suincom vive attimi di tensione con la Polizia

Prosegue la mobilitazione per i lavoratori degli appalti Castelfrigo che rischiano il licenziamento. Questa mattina, dalle ore 9 alle 11 si è svolto un corteo dei lavoratori degli appalti Castelfrigo tra le aziende della zona industriale di Castelnuovo Rangone al grido di "Basta appalti" (in foto). Il corteo si è mosso dal piazzale di via Allende, antistante la Castelfrigo, e si è spostato lungo via Montanara protestando con fischi e cori davanti al Prosciuttificio San Francesco. Ha poi imboccato via della Pace dove è stato improvvisato un presidio davanti all'Alcar Uno, altra azienda del settore in cui sono insediate cooperative di manodopera. Il corteo è poi tornato indietro per via Montanara, sostando davanti all'Inalca del Gruppo Cremonini. Sosta finale davanti agli uffici della Castelfrigo al grido di "Sempre qua". 

"Da quando i lavoratori degli appalti hanno iniziato a protestare, il sistema costituito da aziende e false cooperative cerca di liberarsi di loro, lasciando però al loro posto i capi e i caporali, che sono i veri intoccabili - dichiarano Marco Bottura della Flai/Cgil e Adriano Montorsi della Filt/Cgil - È proprio quello che sta succedendo ai lavoratori degli appalti Castelfrigo: una procedura di licenziamento collettivo è stata avviata nei loro confronti senza che sia stato possibile utilizzare le garanzie minime previste in questi casi: ammortizzatori sociali, incentivi all'esodo e/o riduzione degli orari di lavoro." 

Accanto alla mobilitazione di piazza della Cgil prosegue anche quella, avviata da ormai un paio di anni, del sindacato autonomo SI Cobas. Da ieri mattina, infatti, i lavoratori hanno organizzato un picchetto davanti ai cancelli di un'altra importante azienda del comparto carni, la Suincom. La sede di Strada Comunale del Cristo, a Solignano, è stata bloccata per diverso tempo dai manifestanti che hanno cercato di impedire l'accesso dei camion merci agli stabilimenti.

Sul posto questa mattina è intervenuta la Polizia di Stato con i reparti antisommossa. I blocchi sono stati rimossi e - come avvenuto più e più volte negli ultimi mesi - si sono avuti momenti di forte tensione, sfiorando anche lo scontro fisico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento