Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Montese

Montese. Fatti brillare 33 ordigni bellici rinvenuti in un bosco

Stamattina i Carabinieri della Stazione di Montese, con l’ausilio dei militari del 2° reggimento Genio Pontieri di Piacenza, hanno provveduto a far brillare numerosi residuati bellici rinvenuti il 19 giugno scorso da un cittadino del posto in quella frazione Iola, nella zona boschiva adiacente a via Monteforte

Stamattina i Carabinieri della Stazione di Montese, con l’ausilio dei militari del 2° reggimento Genio Pontieri di Piacenza, hanno provveduto a far brillare numerosi residuati bellici rinvenuti il 19 giugno scorso da un cittadino del posto in quella frazione Iola, nella zona boschiva adiacente a via Monteforte.

Si tratta di 12 razzi da bazooka, 5 razzi da fucile m9, 6 granate da mortaio da 60 mm, 9 granate da mortaio da 81 mm e 1 proiettile d’artiglieria da105 mm, tutti risalenti al secondo conflitto mondiale e di nazionalità americana.

I Carabinieri avuta la segnalazione hanno prontamente delimitato l’area ed avvisato la Prefettura che ha richiesto l’intervento degli artificieri dell’Esercito.

Gli specialisti del Genio Pontieri hanno provveduto a mettere in sicurezza gli ordigni rinvenuti in un’area boschiva adiacente alla via Monteforte ed hanno terminato questa mattina con le operazioni di brillamento, effettuate presso una cava limitrofa, che sono proseguite per tre giorni. 

La piccola santa barbara custodiva nello specifico, quindici bombe da mortaio, cinque bombe da fucile, dodici razzi ed una granata d’artiglieria.

Questi ritrovamenti avvengono quotidianamente e nonostante il trascorrere degli anni gli ordigni sono potenzialmente ancora letali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montese. Fatti brillare 33 ordigni bellici rinvenuti in un bosco

ModenaToday è in caricamento