rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Adriano rintracciato alla frontiera di Ventimiglia: "Non sapevo mi stessero cercando"

Si conclude l'odissea della famiglia di Bastiglia, che non aveva iù notizie del 33enne da molti giorni. Non sarebbe mai stato in pericolo

Gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno rintracciato alla stazione di Ventimiglia Adriano Pacifico, il 32enne modenese partito in bicicletta per compiere il cammino di Santiago e di cui non si avevano notizie dall'11 luglio, dopo una videochiamata con la mamma. Proprio la madre ne aveva denunciato la scomparsa e aveva lanciato numerosi appelli, anche in tv.

Il 32enne era in buone condizioni fisiche e si è messo in contatto con i suoi familiari. "Non sapevo che mi stessero cercando. Non volevo più continuare il cammino di Santiago che avevo intrapreso settimane fa e sono arrivato sin qui dalla Francia perché volevo tornare a casa", avrebbe detto agli agenti della Polfer.

L'uomo era partito in bici lo scorso mese di giugno per intraprendere il percorso di fede, ma poi aveva smesso di dare sue notizie alla famiglia. Le ultime tracce del 33enne, cuoco e padre di due figli, risalivano al 19 luglio: quel giorno era emerso che aveva trascorso una notte in un ostello di Saint Gilles, fra Marsiglia e Montepellier. Proprio in Francia si era recata la madre nei giorni precedenti, nel tentativo di mettersi sulle sue tracce. La donna aveva ritirato la denuncia di scomparsa domenica scorsa, dopo aver appurato la firma del figlio sul registro degli ospiti dell'ostello e aver ricevuto rassicurazioni dalla Polfer sul fatto che stesse bene.

"Non so descrivere le emozioni che sto provando. Sono felicissima, non vedo l'ora di riabbracciarlo", ha detto la madre di Adriano Pacifico al Corriere della Sera, finalmente felice dopo giorni di paura e angoscia.

Notizie rassicuranti dalla Francia, la madre di Adriano Pacifico: "Sta bene"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adriano rintracciato alla frontiera di Ventimiglia: "Non sapevo mi stessero cercando"

ModenaToday è in caricamento