Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Strada Sant'Anna / Strada Sant'Anna

Rivolta in carcere, sale a tre il numero dei morti fra i detenuti. Molti feriti

Ancora da chiarire le circostanze dei decessi avvenuti in serata. Allestita una tenda medica per gestire l'emergenza nel piazzale della struttura

La violenta sommossa scoppiata oggi pomeriggio nel carcere di Modena ha avuto un primo epilogo drammatico: un detenuto è morto nel corso del tardo pomeriggio. Le cause sono ancora da chiarire. In tarda serata il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe ha confermato che si tratterebbe di uno straniero di origine extracomunitaria.

La direzione del carcere ha fatto sapere che la vittima non presenterebbe lesioni fisiche e che la morte sarebbe stata causata da un arresto respiratorio: sono tuttavia in corso indagini interne per ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto.

Nel corso della serata in bilancio si è aggravato, con altri due decessi fra gli internati, confermati dall'Amministrazione penitenziaria. Delle tre vittime, due sarebbero riconducibili a uso di sostanze stupefacenti, mente la terza sarebbe stata rinvenuta in stato cianotico. Altre due persone sarebbero ricoverate in condizioni molto gravi.

Lo scontro all'interno del penitenziario, devastato dal fuoco e dai vandalismi, è stato particolarmente aspro e già verso le ore 15 i primi feriti erano stati soccorsi dal 118. Nel tardo pomeriggio, dopo l'irruzione dei reparti antisommossa,  è stato allestito un punto medico avanzato, con una tenda gestita da medici e sanitari del 118 Modena Soccorso. Qui vengono medicati i feriti, il cui bilancio non è ancora chiaro.

Alle ore 20 erano stati nove - di cui un detenuto intossicato - le persone accompagnate ai Pronto Soccorso di Baggiovara e del Policlinico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivolta in carcere, sale a tre il numero dei morti fra i detenuti. Molti feriti

ModenaToday è in caricamento