Cie Modena, i sindacati: "Condizioni inaccettabili, meglio chiudere"

Ciro Donnarumma, segreteria regionale Cisl, e Lino Elia, segretario generale regionale Siulp (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia) attaccano il gestore della struttura di via La Marmora, la Cooperativa Oasi di Siracusa

Il Cie di Modena

Condizioni di vita inaccettabili per gli ospiti e inadempienze contrattuali dell'attuale gestore. Queste le condizioni che, secondo Ciro Donnarumma (segreteria regionale Cisl) e Lino Elia (segretario regionale Siulp), dovrebbero portare alla chiusura dei Cie di Modena e Bologna. I sindacalisti hanno criticato aspramente la cooperativa Oasi di Siracusa (il soggetto che gestisce le strutture) per il trattamento riservato ai dipendenti che, da diversi mesi, non percepiscono lo stipendio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli attacchi sono stati portati a margine del convegno "Sicurezza e immigrazione nel territorio modenese: Riflessioni e prospettive", organizzato a Modena dallo stesso sindacato di polizia Siulp. I Cie in Italia sono tredici, di cui due in Emilia-Romagna, uno a Bologna (attualmente in fase di ristrutturazione) e uno a Modena. Strutture, queste ultime, che possono contenere massimo 155 persone, di cui 95 nel capoluogo felsineo e 60 a Modena. "Nonostante nei due Cie emiliani nel corso del 2012 siano transitati circa mille ospiti - proseguono i sindacalisti - la vera criticità non è il sovraffollamento, ma il fatto che siamo in presenza di aree totalmente inadeguate, luoghi di reclusione meno tutelati delle carceri, poiché, ad esempio, non esistono ambienti separati per i richiedenti asilo e gli ex-carcerati. Fatto che purtroppo sfocia in frequenti e violenti problemi di convivenza, tanto che, e i dati parlano chiaro, nei Cie i crimini invece di diminuire spesso aumentano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento