rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Finale Emilia

Terremoto, anche gli animali domestici "sfollati" nelle tendopoli

Sessanta animali domestici, tra cani e gatti, ospitati nelle tendopoli dei loro padroni in cucce e box allestiti dal servizio veterinario dell'Usl di Modena

Sono circa una sessantina, tra cani e gatti, gli animali domestici ospitati in cucce e box allestiti nelle tendopoli in cui hanno trovato rifugio anche i loro padroni. L’iniziativa di creare all’interno dei campi dei luoghi specifici per gli animali domestici in modo tale da mantenere il contatto con i loro padroni ma senza disturbare gli altri è stata organizzata dal Servizio veterinario dell’Usl di Modena che ha mantenuto le funzioni di coordinamento e di controllo del benessere degli animali, mentre la gestione è affiata a volontari delle associazioni animaliste e la cura ai padroni.

STRUTTURE - Diversi i ricoveri già allestiti, dove è possibile, come al campo Molise di Medolla, ci sono i box, negli altri campi i cani sono per ora tenuti in cuccia o al guinzaglio nell’attesa che arrivino box e gabbie grandi per tutti e che vengano costruiti i recinti dove possano muoversi liberamente. A Mirandola, a ridosso del canile comunale, è stato creato un campetto di accoglienza per gatti che ospita già dieci animali; gli altri ricoveri, sempre a Mirandola si trovano nei campi Costa, di via Toti, delle piscine e alla scuola di agraria. A Cavezzo si stanno organizzando i box. Per ulteriori informazioni, emergenze o per sapere a chi rivolgersi per cibo e medicine per i propri animali, rivolgersi ai capi campo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, anche gli animali domestici "sfollati" nelle tendopoli

ModenaToday è in caricamento