rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Montese

Tentativo di truffa del "falso incidente", anziana sventa il raggiro

In caso a Montese è solo uno di una lunga serie. I Carabinieri mettono in guarda anche in vista della stagione estiva

Nel pomeriggio di ieri un’anziana signora residente in Appennino, a Montese, ha ricevuto la telefonata di una donna che si spacciava per sua nipote, la quale riferiva di essere stata coinvolta in un incidente stradale e di aver bisogno di soldi perché era era stata fermata e si trovava in caserma dai Carabinieri.

L’anziana, intuendo il tentativo di raggiro, ha interrotto subito la comunicazione e informato i "veri" Carabinieri. 

I tentativi di truffa in danno delle persone anziane sono sempre attuali e le campagne d’informazione effettuate nel tempo dall’Arma dei Carabinieri per prevenire tali reati stanno dando i suoi frutti ma occorre che si tenga viva l’attenzione delle persone più vulnerabili a queste tipologie di reati.

Con l’arrivo della bella stagione, torneranno anche ad aumentare inevitabilmente i tentativi di furto con la tradizionale tecnica dell’abbraccio per sottrarre collanine, anelli e portafogli, ossia distraendo le persone con la scusa di chiedere informazioni, sottraendo dalla vettura la borsetta con gli effetti personali appoggiata sul sedile dell’auto.

I Carabinieri, in previsione dei mesi estivi, periodo in cui molti anziani rimangono soli a case durante le ferie dei propri familiari, raccomandano di non aprire la porta e non farsi avvicinare dagli sconosciuti, ricordando a tutti che in caso di difficoltà, le Stazioni Carabinieri sono a disposizione di tutti i cittadini e il numero di emergenza 112, attivo 24 ore su 24 è in grado di aiutare le persone anche in caso di segnalazioni di situazioni ritenute comunque sospette.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentativo di truffa del "falso incidente", anziana sventa il raggiro

ModenaToday è in caricamento