rotate-mobile
Economia Via Pietro Giardini

Crisi Terim: chiesta la cassa integrazione per 371 lavoratori

Sui 371 lavoratori interessati dal provvedimento, 182 operano nello stabilimento di Baggiovara: dal 7 giugno scorso, l'azienda è stata posta in liquidazione e il Tribunale ha autorizzato una fase di esercizio provvisorio

Cassa integrazione straordinaria per 371 lavoratori della Terim Spa, di cui 182 dello stabilimento di Baggiovara e 189 in quello di Rubiera, Reggio Emilia. È questo l’esito del "tavolo di crisi", al quale hanno preso parte, insieme alle istituzioni (Regione Emilia-Romagna, Provincia di Modena e Provincia di Reggio Emilia), il liquidatore di Terim, Fiom-Cgil di Modena e di Reggio, Fim-Cisl, Uilm-Uil e le Rsu aziendali.

Dallo scorso 7 giugno, Terim Spa è stata posta in liquidazione. Attualmente, opera presso il Ministero dello Sviluppo Economico un “tavolo permanente” con la partecipazione delle parti sociali e delle istituzioni locali allo scopo di monitorare l’evoluzione delle trattative finalizzate alla cessione d’azienda. La Regione Emilia-Romagna, per quanto di sua competenza, assicura il proprio intervento, ove necessario e se possibile, per sostenere il reddito dei lavoratori. Il Tribunale ha autorizzato una fase di esercizio provvisorio dell’impresa, anche al fine di tutelare l’avviamento aziendale, in vista di una probabile cessione d’azienda, in relazione alla quale sono in corso avanzate trattative.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Terim: chiesta la cassa integrazione per 371 lavoratori

ModenaToday è in caricamento