Lunedì, 20 Settembre 2021
Motori

Rally, buon bottino in terra friulana per Stefano Liburdi

Sesto nel Campionato Italiano WRC e quarto nella Logistica Uno Rally Cup by Michelin il portacolori di Motor Valley Racing Division guarda al futuro con ottimismo.

Un Alba opaco e l'assenza al Marca avevano messo Stefano Liburdi con le spalle al muro ma il portacolori di Motor Valley Racing Division si è fatto trovare pronto, al recente Rally del Friuli Venezia Giulia e Alpi Orientali, andando a cogliere una significativa decima piazza nella classifica assoluta, in quella di gruppo R e di classe R5.

La prima top ten stagionale, sfiorata soltanto nell'apertura elbana, dona linfa vitale all'alfiere della scuderia di Modena, in vista degli ultimi appuntamenti di una stagione che potrebbe ancora riservare interessanti sorprese quando all'appello mancano soltanto due appuntamenti.

Il pilota di Ceccano, alla guida della Skoda Fabia R5 di MS Munaretto assieme ad Andrea Colapietro, partiva con il giusto piglio sulle prime speciali, attestandosi al nono posto assoluto.

Abbiamo affrontato la prima Mersino” – racconta Liburdi – “cercando di mantenere un passo buono e costante perchè era la prima lunga della giornata. Sulla Trivio siamo stati forse troppo cauti ma alcuni tratti erano davvero insidiosi. A quel punto, usciti dall'assistenza, avevamo capito che dovevamo alzare il ritmo perchè sapevamo che tutti gli avversari avrebbero fatto lo stesso. Così è stato ed abbiamo migliorato i nostri parziali, di mezzo secondo al chilometro.”

Viaggiando con costanza tra i migliori dieci nella generale Liburdi, pur perdendo una posizione nella seconda tornata, archiviava con soddisfazione la pratica friulana.

Siamo molto soddisfatti del nostro piazzamento” – sottolinea Liburdi – “ed anche se è vero che potevamo guadagnare qualche posizione in più siamo comunque contenti. Il livello dei partecipanti di questa edizione era molto elevato. Avevamo percorso già alcuni tratti di queste prove, nel 2018 con una Super 2000, e conoscevamo il grado di impegno che richiedevano. La vettura è stata perfetta, come sempre del resto. Il team, come ormai consuetudine, ci ha messo a disposizione un mezzo ed un'assistenza molto affidabile. Il bilancio è di certo positivo. Vorrei ringraziare Andrea Colapietro, il mio navigatore, che riesce sempre a darmi la giusta carica. Grazie anche al team MS Munaretto ed alla scuderia Motor Valley Racing Division.”

Il decimo assoluto firmato da Liburdi si traduce anche nel sesto tra gli iscritti al Campionato Italiano WRC e nel quarto tra quelli in lotta per la Logistica Uno Rally Cup by Michelin. Se la situazione nel CIWRC, tra le R5, risulta abbastanza compromessa per le posizioni di vertice di tutt'altra prospettiva è quella nel monomarca della casa francese di pneumatici. In quest'ultimo infatti il portabandiera del sodalizio emiliano figura alla posizione numero cinque, sia nella classifica generale che nel raggruppamento riservato alle vetture di classe R5.

Il nostro obiettivo primario è la serie Michelin” – conclude Liburdi – “ma teniamo sempre d'occhio anche la situazione nel CIWRC. Ora pensiamo al San Martino di Castrozza.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rally, buon bottino in terra friulana per Stefano Liburdi

ModenaToday è in caricamento