Rally. Maschera ritenta la scalata alle Dolomiti

Il pilota di Mira, reduce dal bel terzo posto di classe dello scorso anno, ritornerà sulle speciali del bellunese, alla guida di una Citroen Saxo Kit Car griffata Top Drivers.

Finale di stagione intenso per la neonata scuderia Top Drivers che, dalla cittadina di Vignola farà rotta, il prossimo fine settimana, verso la quinta edizione del Dolomiti Rally, un evento che si sta ritagliando un suo meritato spazio nel calendario rallystico del Triveneto, essendo particolarmente apprezzato dai concorrenti. Non una prima ma un ritorno quello che vedrà impegnato Michele Maschera, già protagonista qui di una bella terza piazza lo scorso anno, in classe S1600, su Renault Clio Super 1600.

“Il Dolomiti Rally è una gran bella gara” – racconta Maschera – “e, visto anche il positivo podio ottenuto lo scorso anno, abbiamo deciso di ritornare, con molto piacere, a disputare questa trasferta. Il parco partenti è notevole e ci auguriamo di poter fare bene, come lo scorso anno.” Dopo aver chiuso il precedente Città di Scorzè a ridosso del podio, quarto di classe, il portacolori della scuderia modenese si è visto costretto, giocoforza, ad un repentino cambio di vettura, dovendo ripiegare su una pur sempre competitiva Citroen Saxo Kit Car di PR2 Sport.

“Le ultime tre le abbiamo corse sempre con la Clio Super 1600” – sottolinea Maschera – “e ci tenevamo a continuare su questa strada, per cercare di crescere nell'affiatamento con il mezzo. Purtroppo, qui al Dolomiti, tutte le Clio di PR2 Sport erano impegnate con piloti di alto livello. Abbiamo così deciso di presentarci con una Citroen Saxo, in versione kit car. Ci divertiremo.” Un divertimento che sarà condiviso con un gradito ritorno, sul sedile di destra, ovvero quel Maurizio Palazzo che è stato compagno di mille avventure assieme al pilota di Mira.

“Dopo alcuni anni vissuti al fianco di Stefano Lovisa” – aggiunge Maschera – “ritroverò, per l'occasione, l'amico di sempre, Maurizio Palazzo. Con lui ho formato uno storico equipaggio ed assieme abbiamo vissuto una vita in abitacolo. Sarà bello ritrovarlo, al mio fianco, al Dolomiti.” Poco più di sessanta i chilometri che i concorrenti saranno chiamati ad affrontare Domenica 11 Ottobre, suddivisi in tre prove speciali da ripetere per altrettante tornate, a partire dalla “Oltach” (6,68 km) e seguendo con la “San Tomas” (6,85 km), concludendo con la “Valada” (7,48 km).

“Il percorso è molto bello e tecnico” – conclude Maschera – “e si adatta decisamente al mio stile di guida, sperando che non vada in pioggia. Tratti veloci ed abbastanza larghi si alternano a dello stretto molto tecnico. Sarà il mio ultimo anno di non over cinquantacinque quindi cercheremo di arrivare al traguardo, dando il massimo di quello che è nelle nostre corde. Siamo qui per divertirci, per fare bene ma anche per iniziare a dare uno sguardo alla prossima stagione, cercando di iniziare a capire come imbastire il programma per l'arrivo del 2021.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento