rotate-mobile
Giovedì, 8 Giugno 2023
Motori

Maserati MSG Racing si classifica appena fuori dalla top 10 a San Paolo

Dopo aver mostrato segnali incoraggianti nelle sessioni di prova, il team ha spinto al massimo in qualifica, con entrambi i piloti, Edoardo Mortara e Maximilian Günther, promossi alla fase a duelli

Maserati MSG Racing si è classificata appena fuori dalla top 10 nell’E-Prix di San Paolo 2023 al termine di una gara frenetica e combattuta che ha segnato il debutto del campionato di Formula E in Brasile.

Dopo aver mostrato segnali incoraggianti nelle sessioni di prova, il team ha spinto al massimo in qualifica, con entrambi i piloti, Edoardo Mortara e Maximilian Günther, promossi alla fase a duelli. Mentre Max veniva battuto nei quarti di finale, Edo è avanzato fino al penultimo turno sconfiggendo il pilota del team Envision Racing Nick Cassidy nel primo testa a testa. Sfortunatamente l’italo-svizzero è stato sconfitto nelle semifinali da Stoffel Vandoorne, ma dopo aver fatto segnare il tempo di 1:12.109, è partito quarto, con Max nono a causa di una penalità ereditata dalla gara di Città del Capo.

Alla partenza entrambi i piloti sono scattati bene, ma Edo ha riportato un danno all’ala anteriore a seguito di un urto contro il posteriore della macchina di Mitch Evans in curva 1, con il gruppo compatto. Mentre Max ha mantenuto la sua posizione di partenza, Edo è rientrato ai box per riparare la vettura, tuttavia, a causa della natura del circuito – e della potenza della scia – i trentuno giri della gara si sono ben presto trasformati in una partita a scacchi ad alta velocità. 

Grazie a un’accorta gestione della prima parte, Max è riuscito a salire all’ottavo posto prima dell’ingresso della safety car all’ottavo giro, quando la Nissan di Sacha Fenestraz si è fermata in pista. Con il gruppo ricompattato, la neutralizzazione ha offerto un’opportunità a Edo, che è riuscito a risalire fino al quattordicesimo posto prima dell’ingresso di una seconda safety car al sedicesimo giro, questa volta a causa di Jake Dennis. Dopo la seconda ripartenza Edo ha superato Sergio Sette Camara salendo al tredicesimo posto, ma è stato costretto al ritiro al ventunesimo giro dopo essere stato spinto contro le barriere dalla Abt di Nico Müller. Max è così rimasto l’unico pilota del team in gara.

Il tedesco ha lottato per un posto nei primi dieci per il resto della gara ma è stato superato da Sebastien Buemi al ventottesimo giro, passando sotto la bandiera a scacchi in undicesima posizione. La nona stagione di Formula E proseguirà a Berlino, Germania, il 22-23 aprile con il secondo doppio appuntamento del campionato.

James Rossiter, Team Principal, Maserati MSG Racing “Il team avrebbe meritato di più oggi, soprattutto per aver lavorato così duramente dopo la gara di Città del Capo. Abbiamo portato in Brasile un’auto veloce, come hanno dimostrato chiaramente le qualifiche. Ma a causa di una serie di errori, i risultati che raccogliamo non riflettono ciò di cui sappiamo essere capaci. Dobbiamo analizzare quanto è successo e adottare alcune modifiche significative prima di Berlino. Malgrado la delusione, sono incredibilmente orgoglioso di tutti i membri del team. Sappiamo cosa siamo in grado di fare, e sappiamo che ci arriveremo, e quando ci riusciremo sarà grazie a un immenso e duro lavoro.”

Edoardo Mortara, pilota, Maserati MSG Racing “Questo fine settimana è stato difficile per me. Dopo avere lottato per trovare un buon ritmo nelle prove siamo riusciti a fare un’ottima qualifica e a partire quarti. Purtroppo, ho perso l’ala anteriore al primo giro e sono dovuto rientrare ai box per farla riparare, ma la safety car all’ottavo giro mi ha fatto rientrare in gara. La squadra ha portato avanti una strategia di recupero intelligente, ma sono finito contro le barriere dopo la seconda safety car e quindi sono stato costretto al ritiro. La prossima tappa è Berlino, un circuito che conosciamo bene per averci vinto lo scorso anno.”

Maximilian Günther, pilota, Maserati MSG Racing “Una gara deludente oggi, ed è frustrante restare fuori dalla zona punti classificandosi in undicesima posizione. La macchina mi ha dato ottime sensazioni fin dall’inizio del weekend e la qualifica ci ha permesso di guadagnare un’ottima posizione, malgrado la penalità in griglia. Fin dall’inizio la gara non è stata semplice per noi. Ci sono stati momenti positivi, ma al termine non siamo riusciti a centrare il nostro obiettivo. Ci riorganizzeremo partendo da qui per cercare di fare meglio la prossima volta. Berlino è la mia gara di casa e il circuito racchiude per me ricordi speciali; in quella occasione il mio unico obiettivo sarà guadagnare dei punti.”

Giovanni Sgro, Head of Maserati Corse “La nostra prima gara di Formula E a San Paolo è iniziata bene, con entrambi i piloti che sono riusciti ad avanzare fino ai duelli e quindi si sono qualificati in quarta e in nona posizione. Sfortunatamente il motorsport è sempre imprevedibile, così Edo è stato tamponato e costretto al ritiro mentre Max ha terminato una gara elettrizzante in undicesima posizione. Continuiamo a lavorare in modo estremamente resiliente in vista di Berlino.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maserati MSG Racing si classifica appena fuori dalla top 10 a San Paolo

ModenaToday è in caricamento