Politica

Sicurezza, i Comitati cittadini invitano il Questore ad un sopralluogo nei quartieri "caldi"

La proposta arriva dai sette comitati riunitisi nei mesi scorsi, che riprongono anche il tema dell'adeguamento degli organici della Polizia di Stato

L’Unione Comitati per la Sicurezza di Modena, composta dai rappresentanti di sette comitati per la sicurezza operanti in città, rilancia il tema della vivibilità dei quartieri e lo fa con una appello al nuovo Questore. "Ammiamo appreso con piacere come il Questore Santarelli abbia maturato grande esperienza anche alla DIA, pertanto è certa che egli saprà affrontare il difficile problema della silente e pericolosa penetrazione della criminalità organizzata, insieme a quelli più generali e fortemente percepiti della sicurezza dei cittadini", scrive l'Unione.

"La soluzione di questi problemi è resa ancor più difficile dal fatto che, nonostante le ripetute assicurazioni dei vari governi per l’adeguamento dell’organico della PS, assistiamo ad una sempre più grave carenza di personale che rischia di limitarne l’operatività - aggiungono i comitati - In queste prime settimane di presenza a Modena, il Questore Santarelli avrà sicuramente preso visione della situazione complessiva della sicurezza, pertanto l’Unione Comitati gli chiede cortesemente un incontro, così da potere evidenziare i problemi e le preoccupazioni che tanti cittadini vivono quotidianamente in alcuni quartieri più problematici. A tal fine l’Unione invita fin d’ora il signor Questore ad effettuare insieme un sopralluogo nelle zone calde della città, con ciò perpetuando quanto già avvenuto con alcuni suoi predecessori".

L'intento dell'Unione è dunque quello di rendere sempre più stretta la collaborazione fra cittadini ed istituzioni, una modalità partecipativa che caratterizza da anni la nostra realtà e che, negli ultimi tempi, ha condotto ad alcuni parziali risultati in zona Gramsci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, i Comitati cittadini invitano il Questore ad un sopralluogo nei quartieri "caldi"
ModenaToday è in caricamento