Nuovo stabilimento GLS, Muzzarelli avanti tutta. "Non è area verde"

Il sindaco replica alla protesta dei comitati che vorrebbero evitare la cementificazione dell'area di via del Mercato, per altro già approvato dal Consiglio: "Prima di sparare slogan sarebbe bene conoscere davvero la città"

Avanti tutta col nuovo polo logistico Gls in un'area vergine ma "non verde" a Modena nord, in via Massarenti, vicino a viale Gramsci. Avanti tutta nonostante le proteste dei comitati e di chi chiede di spostarne la localizzazione di 100 metri, nei terreni abbandonati di via del Mercato. 

Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, infatti, mostra oggi di vederla come il vicepresidente di Confindustria Valter Caiumi, che ha invitato a non fermare "il progresso". Scrive il sindaco in una nota: "Lavoro e impresa non sono interessi privati e politici di corto respiro. Sono le basi del nostro benessere e della storia contemporanea di Modena". Muzzarelli replica all'uscita del comitato Mobastacemento, pronto ad una nuova marcia di residenti e non sul caso Gls domenica 5 novembre, rispetto all'ampliamento dell'attività dell'azienda di trasporti. 

"La pretesa del comitato Mobastacemento di rappresentare tutti i cittadini modenesi- tuona Muzzarelli- è stupefacente e non a caso il Consiglio comunale, che i modenesi li rappresenta davvero, ha approvato la delibera all'unanimità. Probabilmente questi signori rappresentano quelli che i problemi della casa e del lavoro li hanno già risolti oppure pensano che possiamo vivere tutti di rendita, ma io credo che a Modena chi la pensa cosi' fortunatamente sia una minoranza". Il trasferimento di Gls consente, prosegue il primo cittadino, "un aumento di occupati di almeno un terzo rispetto agli attuali" e "il lavoro nel nostro territorio aumenta anche grazie ad aziende come questa che investono in qualità, innovazione tecnologica e modernità".

Sul tema del verde, Muzzarelli aggiunge: "Prima di sparare slogan sarebbe bene conoscere davvero la città. L'area dove si trasferisce Gls è un terreno in zona urbanizzata e non era classificato a verde". L'intervento, inoltre, "prevede la realizzazione di una barriera verde a fronte tangenziale con una cessione importante di area piantumata, oltre a un'altra dotazione verde privata- dettaglia il sindaco- che complessivamente è di oltre 8.000 metri quadrati". Muzzarelli, quindi, ricorda che Modena "ci sono oltre 9,7 milioni di metri quadrati di aree verdi e le stiamo aumentando. Anzi, abbiamo in programma di sviluppare la forestazione urbana a livelli senza precedenti, in modo da accrescere il valore ecologico di tutto il territorio. Speriamo, pero', di non incrociare troppi rivoluzionari- chiude amaro il sindaco- pronti a spiegarci che i boschi vanno bene si', ma non davanti a casa loro". 

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

Torna su
ModenaToday è in caricamento