rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
social

Folklore modenese | 10 saggi proverbi sull'amicizia tipici del dialetto di Modena

Ecco una raccolta di 10 modi di dire dialettali sull'amicizia, sentimento tra i più narrati nella cultura popolare modenese

'Chi trova un amico trova un tesoro' - si dice in Italia - ma chi trova un amico a Modena, poi, cosa trova? Vediamo una selezione di 10 proverbi dialettali della nostra provincia che trattano d'amicizia.

1. Eser cul e patàia

"Essere culo e camicia"

Con il termine 'pataia' si intende la parte finale della camicia, quella che spesso si infila nei pantaloni ed è a contatto con il sedere. Per questo motivo l'espressione si usa per indicare un legame di amicizia molto stretto tra due persone.

2. Piò ed ca' che la scràna

"Più di casa di una sedia"

Modo di dire rivolto a quella persona che è frequentatrice particolarmente assidua della casa di qualcun'altro, tanto che risalta alla vista più di una sedia, arredamento essenziale e sempre presente in ogni dimora.

3. A vèl piò n'amìgh che zèint parèint

"Vale più un amico che cento parenti"

4. I amìgh i-s cgnòssen al bisàgn

"Gli amici si riconoscono nel momento del bisogno"

Proverbio popolare tra i più conosciuti d'Italia, nella versione modenese, che esprime l'essenza di un legame d'amicizia vero e profondo, scevro da cattive intenzioni e falsità.

Folklore modenese | A cosa si riferisce l'espressione dialettale "galantuomo del tacchino"?

Folklore modenese | 10 saggi proverbi sull'amore tipici del dialetto di Modena

Perchè si dice "menare l'orso a Modena"? Origine e significato del proverbio popolare

5. Al mèii amìgh ch'a gh'ho, ch'a gh'ava, ch'a gh'arò sèimper

"Il migliore amico che ho, che avevo e che avrò sempre"

Simpatico gioco di parole incentrato sul verbo 'cagare'

6. Baràca per fèr amìgh, dulor per pruvèri

"Baracca per trovare amici, dolori per provarli"

Facile essere amici nei momenti di 'baràca', nei momenti di festa, difficile, invece, è mantenere un rapporto di amicizia nel momento del bisogno

7. Pat cèr, amicèzzia langa

"Patti chiari, amicizia lunga"

8. Come san Bianch e san Pelegrìn

"Come san Bianco e san Pellegrino"

Ovvero essere amici inseparabili - il detto deriva dalla storia di san Bianco e san Pellegrino, santi molto venerati in Appennino le cui spoglie sono conservate nel santuario di San Pellegrino in Alpe. La leggenda riporta che san Pellegrino fosse un re scozzese che, dopo essere stato in pellegrinaggio a Gerusalemme, si recò nel piccolo paesino montano per contemplare Dio e prestare aiuto ai pellegrini in compagnia di San Bianco, suo amico fidato.

Quando invece un rapporto di amicizia non dà i frutti sperati, ecco che si dirà:

9. Amìgh da l'inveren

"Amico solo per l'inverno"

In questo caso l'amico è paragonato all'inverbo, una stagione particolarmente rigida che non fa sbocciare fiori o raccogliere frutti.

10. Mèz amìgh

"Mezzo amico"

Amico su cui non si può fare affidamento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folklore modenese | 10 saggi proverbi sull'amicizia tipici del dialetto di Modena

ModenaToday è in caricamento