Sport

Sassuolo Juventus 1 - 3 | I neroverdi combattono, ma sprecano troppo

Bella partita per il Sassuolo che avrebbe meritato qualcosa in più; i troppi errori nelle conclusioni condannano la squadra di mister De Zerbi

Sconfitta per il Sassuolo che aveva avuto l'occasione per passare in vantaggio ad inizio primo tempo con un rigore, sbagliato poi da Berardi. Il talento dell'attacco della Juventus poi fa la differenza, anche se i neroverdi giocano una partita di grande intensità e piena di occasioni sprecate.

IL MATCH - Parte con grande determinazione il Sassuolo che nei primi minuti prova subito a mettere sotto la Juventus e confeziona alcune ottime occasioni: al 3’ Traorè riceve un cross rasoterra di Toljan, ma calcia di poco alto da ottima posizione; al 6’ si fa vedere Berardi che, al termine di una bellissima azione personale, calcia forte col sinistro, ma anche in questo caso la palla esce di poco. Risponde la Juventus al 9’ con Danilo che al termine di un bel contropiede calcia di poco alto. All’11’ Locatelli riesce a mettersi sulla traiettoria di un nel tiro di Chiesa, sventando così il pericolo. Calcio di rigore per i neroverdi al 15’ quando Bonucci atterra in area Raspadori: sul dischetto va Berardi che non angola abbastanza il tiro e si fa parare da Buffon a mezza altezza. Si vede anche Consigli al 23’ quando, con i pugni, respinge una conclusione di Kulusevski. Il risultato viene sbloccato al 28’ da Rabiot che, servito da Chiesa, salta la difesa neroverde impegnata a protestare per un fallo di mano, e calcia in rete mettendo la palla sotto le gambe di Marlon. Il gol sarebbe forse stato da annullare per il fallo di mano precedente, ma Giacomelli non va nemmeno a consultare il VAR. Reagisce comunque la squadra di De Zerbi che è sempre pericolosa quando avanza e mette in difficoltà la Juventus con Traorè e Boga in pochi minuti, ma in entrambi i casi il pallone termina alto. Sullo scadere del primo tempo, su una rimessa di Buffon, Ronaldo prende palla a squadre sbilanciate, salta Marlon, arriva solo davanti a Consigli dove non può sbagliare e raddoppia. Nella ripresa parte bene la Juventus che ha subito una buona occasione con Chiesa, respinta da Consigli. Cambia qualcosa al 58’ De Zerbi che inserisce Chiriches, Defrel e Lopez al posto di Toljan, Traorè e Obiang. Solo un minuto dopo il triplice cambio arriva il gol che riapre la partita ancora una volta segnato da Raspadori che conferma il proprio talento trovando un pertugio verso la porta, nonostante la marcatura stretta della difesa avversaria, al termine di un bellissimo scambio con Locatelli. Dura poco però l’euforia dei neroverdi perché al 66’ Dybala mette anche la sua firma sulla partita, sempre approfittando di un contropiede, dopo aver scavalcato Consigli. Ora Berardi e compagni sembrano aver perso un po’ la lucidità, pur continuando a proporre gioco contro il muro eretto dalla Juventus. Al 74’ insiste Dybala che trova però Consigli a parare in tuffo e a negargli la doppietta. Ora i bianconeri sembrano più in forma rispetto ai padroni di casa e al 78’ arriva anche un palo colpito da Ronaldo.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan (56′ Chiriches), Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos (76′ Rogerio); Obiang (56′ Lopez), Locatelli; Berardi, Traoré (56′ Defrel), Boga (76′ Duricic); Raspadori. A disp.: Pegolo, Ayhan, Caputo, Peluso, Muldur, Haraslin, Bourabia. All.: De Zerbi

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Kulusevski, Arthur (61′ Bentancur), Rabiot, Chiesa (81′ Cuadrado); Dybala (81′ McKennie), Ronaldo. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Chiellini, Demiral, Ramsey, Bernardeschi, Morata, Felix Correia. All.: Pirlo

ARBITRO: sig. Giacomelli di Trieste

RETI: 28′ Rabiot, 45′ Ronaldo, 59′ Raspadori, 66′ Dybala

NOTE: ammoniti Marlon, Danilo, Chiesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo Juventus 1 - 3 | I neroverdi combattono, ma sprecano troppo

ModenaToday è in caricamento