rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità

I profughi dell'Afghanistan in due hotel di Modena e San Possidonio, tra loro molti bambini

Scatta l'accoglienza in due strutture alberghiere del nostro territorio, dove i circa 130 rifugiati trascorreranno la quarantena

Sono in arrivo, come annunciato ieri anche dalla Regione, anche sul territorio modenese diverse famiglie provenienti dall'Afghanistan. Si tratta di donne e uomini con bambini - sia famiglie che bambini senza genitori -  in fuga da un orrore che nessuno dovrebbe mai vivere, che prestavano servizio nell’ambito della missione Italia-Nato e che avevano collaborato con le nostre autorità.

Il loro arrivo ha portato all'attivazione di due strutture alberghiere: l'hotel Concordia di San Possidonio e hotel Emilia di Modena, in zona Bruciata. Qui saranno distribuite circa 130 persone, che dovranno osservare il periodo di quarantena obbligatorio previsto per ogni viaggiatore che arriva dall’estero (dai 7 ai 10 giorni).

“Ci siamo subito attivati per garantire alle persone in arrivo i tutti i controlli necessari sul loro stato di salute e mettere a disposizione, come avviene in queste situazione, le strutture necessarie per ospitarli - dichiara Federica Rolli, direttrice socio-sanitaria dell’Azienda USL di Modena - Gli operatori sanitari del Dipartimento di Sanità Pubblica effettueranno un monitoraggio quotidiano e costante di queste persone, che sono reduci da un viaggio difficile e complesso, molto provante sia dal punto di vista fisico che psicologico: desidero esprimere a nome dell’Azienda l’impegno per farle sentire accolte sotto ogni punto di vista”.

Trascorso il periodo di isolamento, durante il quale il personale Ausl garantirà l'assistenza, si dovrà chiarire il futuro di queste persone, alcune delle quali potrebbero trattenersi proprio sul territorio provinciale, facendo leva sulla rete di accoglienza già presente e collaudata.

Il comune di San Possidonio, dove ha sede l'hotel di proprietà di Cpl Concordia che già è stato utilizzato per l'emergenza covid, ha commentato: "L'Amministrazione Comunale assieme ai volontari di Protezione Civile e alle autorità competenti stanno facendo tutto il possibile, collaborando con la Regione Emilia Romagna, per restituire loro un periodo di tranquillità e assisterne la permanenza in un momento così difficile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I profughi dell'Afghanistan in due hotel di Modena e San Possidonio, tra loro molti bambini

ModenaToday è in caricamento