Riqualificazione di Porta Nord: tappeti mobili e ascensori, al via il bando

CambiaMo ha pubblicato la gara d’appalto per l’assegnazione del primo stralcio di lavori di riqualificazione del sottopasso ferroviario relativo all’accesso dalla zona nord di Modena

Presto sarà possibile accedere al sottopasso ferroviario da Porta Nord attraverso tappeti mobili bidirezionali, una struttura che sarà collocata in posizione centrale rispetto alla rampa di scala esistente. Vicino alla rampa, inoltre, sarà installato un nuovo ascensore montacarichi di dimensioni adeguate a ospitare comodamente i pedoni con bicicletta al seguito.

CambiaMo spa, per conto del Comune di Modena, ha infatti pubblicato la gara d’appalto per l’assegnazione di un primo stralcio di lavori di riqualificazione del sottopasso ferroviario della Stazione di Modena, realizzato nell’ambito del Progetto periferie.

I soggetti in possesso dei requisiti possono presentare offerte attraverso il Sistema di acquisti telematici Emilia-Romagna (Sater) entro le ore 24 di lunedì 6 aprile.

Per visionare il bando e per maggiori informazioni è possibile consultare il sito della società di trasformazione urbana del Comune di Modena CambiaMo

 Nelle prossime settimane saranno avviate, inoltre, le procedure di gara per la riqualificazione del sistema della mobilità stradale e ciclopedonale in quattro ulteriori lotti relativi a viale del Mercato, viale Finzi, strada Canaletto, via Toniolo e via Gerosa. Nel frattempo, sono in fase di aggiudicazione gli interventi di riqualificazione del servizio di Medicina dello sport e della palestra riabilitativa nel complesso R-Nord.

L’intervento oggetto di appalto consiste nel miglioramento dell’accessibilità del sottopasso allo sbocco sul parcheggio di Porta nord, per un valore complessivo di 1 milione 80 mila euro finanziato dal Comune di Modena nell’ambito del “Progetto periferie. Ri-generazione e innovazione” il Programma di riqualificazione urbana e sicurezza dell'area nord di Modena, che ha ottenuto un finanziamento dal Governo nell’ambito del Bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie per complessivi 18 milioni di euro.

Questo primo stralcio rientra in un progetto più ampio comprendente anche l’allargamento del tratto sud del sottopassaggio, l’inserimento di tappeti mobili e ascensore per biciclette anche a sud e il prolungamento fino a piazza Dante, a collegamento della zona nord di Modena (l’area del quartiere Sacca/Fascia ferroviaria) con il centro storico della città, senza dover per forza transitare all’interno dell’area della Stazione dei treni.

Il primo stralcio di lavori prevede, in particolare, l’installazione degli elementi architettonici del tappeto mobile bidirezionale, per superare il dislivello presente tra il sottopasso e il piano strada, e del nuovo ascensore, che avrà portata da 2500 chilogrammi, doppia fermata e doppia porta telescopica. Si aggiungono inoltre una serie di interventi di tipo strutturale e impiantistico.

I lavori avranno una durata indicativa di tre mesi e saranno effettuati in modo da minimizzare l’impatto sulla mobilità ciclopedonale degli utenti della stazione e dei cittadini in genere, garantendo per l’intera durata del cantiere l’accesso al sottopassaggio mediante almeno un ascensore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento