rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Via Divisione Acqui / Via Giovanni Palatucci

Legalità a scuola e sul lavoro, firmato il protocollo per il progetto “Awake”

Sottoscritti i protocolli d’intesa tra Questura di Modena, il mondo della scuola e le associazioni di categoria. Gli uomini della Polizia diventeranno anche “insegnanti” di legalità, in classe così come sui luoghi di lavoro

Le sporadiche iniziative di educazione alla legalità, spesso organizzate solo con la buona volontà di qualche addetto ai lavori, ora diventano una realtà strutturata. Nella mattinata odierna, infatti, sono stati sottoscritti i protocolli d’intesa relativi al progetto formativo, informativo denominato “Awake!” tra la Questura di Modena, l’Ufficio Scolastico Provinciale, la Camera di Commercio e le Associazioni di categoria maggiormente rappresentative sul territorio.

La sottoscrizione dei protocolli sancisce ufficialmente un rapporto di collaborazione tra le parti, già intrapreso da anni, sul fronte dell'educazione alla legalità. Una direzione che il Questore Giuseppe Garramone aveva indicato fin dalla data del suo insediamento in città e che oggi trova la posa di una prima pietra: “E' un sogno che si realizza, quello della sicurezza partecipata – ha spiegato il dottor Garramone – Oggi si registra sul territorio un calo del 16% dei reati, a fronte di un calo tra il 6 e il 7% a livello nazionale. Ma la percezione di sicurezza da parte dei cittadini non migliora e non possiamo essere soddisfatti fino a quando questo non avverrà. Tanto resta ancora da fare e noi abbiamo scelto di partire dalle scuole, dai giovani, che sono il futuro della società”.

Il progetto verrà sviluppato con un taglio educativo per gli studenti di ogni ordine e grado degli istituti scolastici di Modena e provincia con la finalità di favorire la cultura della legalità ed il rispetto delle leggi. Promuovere l’acquisizione di corretti stili e modelli di vita e contribuire alla formazione di cittadini consapevoli e responsabili è l'obbiettivo sottolineato anche Silvia Menabue, dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale: “C'è stato nel mondo della scuola un consenso unanime a questa iniziativa, che vede la collaborazione con le forze dell'ordine diventare sistematica e strutturale. Tanti saranno i temi trattati, dai comportamenti antisociali a quelli discriminatori, fino a bullismo e cyberbullismo”.

Un taglio informativo, invece, sarà quello riservato agli addetti allo sviluppo delle tematiche di sicurezza delle Associazioni di categoria. Gli incontri, tenuti da personale qualificato della Polizia di Stato e rivolti agli iscritti al mondo del lavoro, rientrano, infatti, in un’ottica di scambio costante e duraturo di informazioni all’interno di una rete di intervento, che ha come scopo quello di costruire città più vivibili e sicure. Come ha sottolineato il Presidente della Camera di Commercio Maurizio Torregiani, in rappresentanza di tutte le Associazioni, si tratta di un percorso per far diventare la legalità un "atto quotidiano".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legalità a scuola e sul lavoro, firmato il protocollo per il progetto “Awake”

ModenaToday è in caricamento