rotate-mobile
Cronaca Zona Industriale / Via Alessandro Cavazza

Guasto elettrico, arresto di emergenza per l'inceneritore di via Cavazza

Una nuvola di vapore ha avvolto l'impianto e si è alzata in cielo destando preoccupazione. Ma si tratta di una procedura usuale, che non ha comportato guasti nè pericoli di alcun tipo

Nel cielo limpito di Modena, questa mattina poco prima delle ore 8, molti cittadini hanno notato e segnalato con preoccupazione una colonna di fumo che si levava a nord della zona industriale, dall'impianto di termovalorizzazione di via Cavazza. Come comprensibile, il fatto ha creato non poco allarme, che tuttavia è stato presto smentito dai fatti.

Non si è trattato di fumo, infatti, bensì di vapore acqueo, liberato dall'impianto in una comune procedura di arresto e messa in sicurezza. L'episodio, perfettamente controllato e gestito dai tecnici Hera, è stato la diretta conseguenza di un guasto a monte del sistema. Intorno alle 7.30 infatti, un'anomalia nella cabina primaria di Modena Nord ha causato l'interruzione dell'alta tensione e quindi della fornitura elettrica.

Un evento che molti hanno vissuto sulla propria pelle, con un blackout di almeno mezzora che ha interessato diverse aree della città. Per prevenire guasti e malfunzionamenti, anche in via Cavazza è scattata la procedura di emergenza. Nessun rischio dunque, nè per i cittadini nè per l'impianto stesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasto elettrico, arresto di emergenza per l'inceneritore di via Cavazza

ModenaToday è in caricamento