rotate-mobile
Cronaca

Hera, il diario di bordo dei piloti di auto-elettriche confermano l'utilità di questi mezzi

Si dicono soddisfatti i 6 vincitori del concorso Hera che hanno ricevuto gratuitamente un auto-elettrica per tre mesi. In media hanno fatto 1.100 km lungo i quali hanno sperimentato questa nuova forma di carburante che sà interpretare il futuro

I dodici vincitori del concorso Hera a Modena e Imola hanno riconsegnato le auto elettriche, dopo tre mesi di utilizzo gratuito. 38.100 i km complessivamente fatti, grazie a 9.500 kWh di energia pulita che hanno consentito un risparmio di 9,1 tonnellate di CO2 emesse in atmosfera
Complessivamente, i 12 piloti, sorteggiati tra le oltre 1.150 domande pervenute, hanno espresso grande soddisfazione per l’esperienza, con 38.100 km percorsi in totale dalle vetture, tutte di casa Renault, nei modelli Twizy, Zoe e Fluence Z.E. 

CIRCA 1.100 KM LA MEDIA DI UTILIZZO MENSILE DEI VEICOLI ELETTRICI. Complessivamente, nei 6 mesi di sperimentazione (3 a Modena e 3 a Imola), i km complessivamente percorsi dai dodici ecopiloti durante la loro esperienza ‘elettrica’ sono stati 38.100, che equivalgono a un consumo di 9.500 kWh di energia pulita e alla mancata emissione in atmosfera di oltre 9 tonnellate di CO2.  Sul versante più strettamente economico, le ricariche elettriche, effettuate al posto dei pieni di benzina, hanno permesso di risparmiare complessivamente circa 4.000 euro.

ENTUSIASMO IN PISTA. Al termine dell’esperienza, i vincitori hanno confermato il proprio entusiasmo per la mobilità elettrica. In particolare, hanno apprezzato la modalità di guida delle vetture, particolarmente maneggevole, la silenziosità, la possibilità di accedere ad aree, come i centri storici, solitamente chiuse al traffico. Più di tutto, però, essi hanno provato soddisfazione nella consapevolezza di guidare senza arrecare alcun danno all’ambiente. Le riflessioni, che convergono soprattutto su quest’ultimo aspetto, provengono da un team di guidatori esperti, non neopatentati, ed eterogenei per professione e situazione familiare; sono, quindi, ancor più significative.

SUCCESSO DELL'APP.  Il Gruppo Hera è attivo da anni nella costante ricerca di soluzioni che consentano alla mobilità elettrica di diventare un’opzione concreta e praticabile. Nell’ambito del progetto “Mi muovo elettrico” - condotto dalla Regione Emilia-Romagna assieme a Hera, Iren ed Enel – la multiutility ha collaborato allo sviluppo di una rete di colonnine di ricarica basata sul principio dell’interoperabilità: grazie a una stessa tecnologia, chi è cliente abilitato e possiede un’auto elettrica può ricaricare presso qualunque gestore di riferimento. L’offerta garantisce la provenienza dell’energia elettrica da fonti rinnovabili e rende possibile una mobilità elettrica di raggio extraurbano, rappresentando un incentivo importante per chi, ad esempio, vive e lavora lungo la dorsale della Via Emilia. 

VENIER: "ESTENDEREMO L'INIZIATIVA ANCHE SU ALTRI TERRITORI". “Visto il successo dell’iniziativa stiamo valutando se estenderla anche su altri territori – commenta Stefano Venier, Amministratore Delegato di Hera. La mobilità elettrica è una sfida per tutti e come azienda possiamo dare un contributo importante per svilupparla, mettendo a disposizione infrastrutture e servizi che rispondano alle reali necessità. Electric Road serve anche a questo, a testare ciò che c’è già per migliorarlo ancora”.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hera, il diario di bordo dei piloti di auto-elettriche confermano l'utilità di questi mezzi

ModenaToday è in caricamento