rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Caduti in Guerra / Viale Martiri Libertà

Neve Modena, il maltempo volge al termine: domani "ultima spruzzata"

Secondo il meteorologo Luca Lombroso, queste dovrebbero essere le ultime ore di ondata di maltempo. Nel frattempo, domani scuole chiuse in molti comuni della provincia

"Pausa neve in Emilia. Riposatevi perché domani (oggi per chi legge, ndr) probabilmente si torna a spalare e, quando avete finito, forse lunedì avrete la spruzzata finale". Con questa buonanotte, il meteorologo modenese Luca Lombroso ha salutati ieri sera i social network. Insomma, pare che questa ondata di siberiana stia volgendo al termine, ma a lungo rimarranno le conseguenze di questo freddo: fra le più curiose, questa grondaia congelata (foto a sinistra) immortalata da un nostro lettore. Rimossa qualche settimana fa la parte inferiore per una riparazione, il maltempo ha interrotto le operazioni e il gelo ha fatto il resto creando un blocco di ghiaccio la cui lunghezza è pari all'altezza della palazzina di due piani presso cui è installata. Nelle settimane a venire, non mancheranno i cubetti per eventuali aperitivi.

SCUOLE CHIUSE - Non solo Modena e Sassuolo, ma anche  Castelfranco Emilia, San Cesario sul Panaro, Maranello, Serramazzoni, Prignano sulla Secchia, Palagano, Pavullo e Zocca. questo l'elenco dei Comuni che, per la giornata di domani, hanno predisposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. In base a quanta neve cadrà nella giornata di oggi, i Sindaci delle restanti amministrazioni decideranno il da farsi. Stesso discorso per l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia: ieri, infatti, non è giunta alcuna comunicazione in merito ad un'eventuale chiusura per maltempo.

PRONTO SOCCORSO -  Il piano di emergenza dell'Ausl di Modena sarà attivo fino alle ore 13 di Modena e, per rispondere alle richieste, il 118 della nostra provincia, con il supporto di diverse associazioni di volontariato e della Protezione civile, ha potenziato la presenza di messi di soccorso su tutto il territorio. Questo per dare un'adeguata risposta a tutte le chiamate pervenute dalla cittadinanza: dal primo di febbraio, data di inizio dell'emergenza neve, fino al 10, "Modena soccorso" ha ricevuto 1.929 richieste d'intervento, delle quali 452 per traumi. Solo nella giornata di venerdì, nell'arco delle 24 ore, le chiamate sono state 208 (la media  è di 175 al giorno), di cui 66 per traumi. Giovedì scorso le richieste di intervento sono state 210, 40 per traumi. Dalla mezzanotte di ieri fino alle ore 18, le richieste sono state 137 (25 per traumi). Nel capoluogo, il numero di ambulanze è stato incrementato di cinque unità e, inoltre, è stata attivata un'ulteriore postazione 118 al box emergenza. Vista la situazione critica in Appennino, per la giornata di oggi è stata anche potenziata la presenza diurna (dalle 8 alle 20) dell'infermiere 118 nelle postazioni di Zocca e Montese. Nell'area dell'Unione dei Comuni Montani Valli Dolo, Dragone e Secchia, dalle 8 alle 20, oggi sarà operativa un'autoinfermieristica 118, con a bordo un volontario soccorritore e un infermiere 118 specializzato.

APPENNINO - In montagna, la situazione risulta critica nella zona della valle Panaro da Vignola a Montese dove è caduto in media quasi un metro di neve. Il problema è rappresentato soprattutto dal restringimento della carreggiata a causa degli accumuli di neve ai lati delle strade creati dal lavoro degli spartineve. I mezzi della Provincia di Modena nelle scorse ore si sono concentrati su alcuni punti critici dove è stato particolarmente complesso riuscire a tenere aperta la strada come sul ponte del Rossenna, particolarmente stretto, lungo la provinciale 23 a Gombola di Polinago e lungo la provinciale 22 a Festà di Pavullo. Le strade provinciali dell’Appennino sono percorribili regolarmente, ma a causa del fondo bianco, fa sapere la Provincia di Modena, occorre guidare comunque con prudenza e dotarsi di gomme da neve o catene. In pianura, dove nel pomeriggio di sabato ha smesso temporaneamente di nevicare, sono stati al lavoro i mezzi spargisale per prevenire il ghiaccio notturno. Anche in pianura le strade provinciali percorribili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve Modena, il maltempo volge al termine: domani "ultima spruzzata"

ModenaToday è in caricamento