rotate-mobile
Cronaca

Look Expo, percorsi guidati e risistemazione dei Giardini Ducali

Il Comune sta ultimando tutti gli interventi di riqualificazione per rendere più bella e fruibile Modena. Restyling del parco Ducale e percorsi segnalati verso Mef e Vigarani

La riqualificazione della Palazzina Vigarani, con il riassetto della cupola e la predisposizione del doppio accesso in linea al corpo centrale che ora la rende, a tutti gli effetti, un ingresso d’onore della città. Il riassetto del verde e dei sentieri in ghiaia dei Giardini ducali, oltre al rinnovo della rete d’illuminazione del parco. Ma anche la riasfaltatura di corso Canalgrande, via Emilia centro e corso Cavour, così come la riqualificazione di piazza Dante, con il ripristino della pavimentazione, oltre al rinnovo delle pensiline di sosta e degli autobus e della rispettiva illuminazione, la ristrutturazione dell’area al piano terra delle ex Poste, a breve punto di accoglienza per turisti, e la realizzazione di un primo tracciato del percorso giallo, che indica a chi visita Modena arrivando in treno come raggiungere a piedi il Museo Enzo Ferrari e i Giardini del gusto alla Palazzina Vigarani.

Sono gli interventi (quasi del tutto completati) che, insieme alla riqualificazione di piazza Bruni e alla apertura di un nuovo varco che collega la rotatoria a via Paolo Ferrari, il Comune ha voluto realizzare per l’evento Expo con l’obiettivo di rendere Modena più bella e fruibile anche per quando la manifestazione sarà conclusa.

Nel dettaglio, i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria alla Palazzina seicentesca di proprietà del Comune hanno riguardato la pulizia e la sostituzione di vetri della lanterna della cupola, e la rivisitazione degli impianti elettrici e di raffrescamento. Nei Giardini ducali, si è provveduto a interventi di manutenzione e riqualificazione del verde con la semina di tappeto erboso, il recupero di aree destinate ad aiuole e fioriture, la sostituzione dei cespugli ammalorati, la potatura, sostituzione e abbattimento di alberi dove necessario, la delimitazione dell’area della Grande Quercia con la collocazione di un cartello indicante la sua storia e le sue caratteristiche, la pulizia dell’area giochi, il ripristino dei sentieri in ghiaia, la pulizia e il restauro delle panchine (grazie al lavoro dei volontari), la sostituzione delle rastrelliere portabici esistenti, il riordino della raccolta rifiuti e il riordino di targhe, cartelli informativi e segnaletica. L’area dei Giardini è inoltre interessata da interventi all’illuminazione, con la sostituzione di pali e lanterne con lampade e fari a led volti a ridurre le zone d’ombra in corrispondenza delle alberature, a intensificare l’illuminazione del parterre centrale a migliorare l’illuminazione e la valorizzazione di entrambe le facciate della Palazzina e a ridurre il consumo energetico.

Il percorso giallo è caratterizzato dalla presenza a terra di tre bolli gialli in successione con il simbolo del Mef, quello dei Giardini del gusto e una freccia che indica la direzione da prendere a piedi per giungere alla prossima indicazione. Seguendolo, i turisti giunti in treno potranno raggiungere dalla Stazione dei treni il Museo Enzo Ferrari in via Paolo Ferrari, e la Palazzina Vigarani ai Giardini ducali, per assistere agli eventi dei Giardini del gusto organizzati in occasione di Expo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Look Expo, percorsi guidati e risistemazione dei Giardini Ducali

ModenaToday è in caricamento