rotate-mobile
Cronaca

Bollette nei Map, cifre altissime solo per 18 famiglie su 661

La spesa media per le utenze di chi vive nei moduli provvisori della Bassa è di 150 euro al mese, ma in 18 casi si sono superati i 2000 euro in bolletta. Muzzarelli: “Giro di vite sui controlli, chi deve pagherà”

Delle 757 famiglie che dopo il sisma del 2012 hanno scelto i Map, Moduli abitativi provvisori, tra le soluzioni offerte per l’emergenza, ad oggi sono 661 i nuclei famigliari che ancora risiedono nei prefabbricati e di questi per oltre 370 è già pronto un percorso di uscita da completare nel giro di due anni. A renderlo noto è l’assessore Gian Carlo Muzzarelli, rispondendo questa mattina in Aula ad una interrogazione di Luciano Vecchi (Pd) che chiedeva aggiornamenti sulla situazione post sisma.

“La permanenza nei moduli è ovviamente gratuita, sono a carico dei cittadini solo le utenze; quella dell’elettricità può sembrare alta a leggere certe notizie di stampa, ma nei moduli tutto funziona attraverso la corrente elettrica - sottolinea l’assessore - nel semestre, su 400 fatture emesse, su 680 utenze, la spesa complessiva è stata di 360.000 euro, quindi non più di 150 euro al mese di media, e sono solo 18 i cittadini a cui sono arrivate le bollette da 2.000 euro di cui si è letto, mentre per 140 sono comprese tra i 500 e i 1.000 euro a semestre e per più di 100 sono inferiori ai 500 euro. Ci siamo comunque già attivati con i fornitori dei servizi per risolvere alcuni casi più difficili, ottenendo una moratoria sulle azioni in caso di morosità fino a fine dicembre, e per avere una maggiore collaborazione con i servizi sociali”.

Il tutto, avverte però Muzzarelli, in attesa “di un giro di vite sui controlli: ci sono situazioni da approfondire, chi deve essere aiutato sarà aiutato, ma chi deve pagare è altrettanto giusto che paghi – conclude l'assessore – fermo restando che i moduli sono per vocazione provvisori e che il nostro obiettivo è superarli, a partire ad esempio con i 170 nuovi appartamenti Acer in arrivo nelle zone colpite grazie a un progetto da 65 milioni di euro”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette nei Map, cifre altissime solo per 18 famiglie su 661

ModenaToday è in caricamento