rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Carpi

Terremoto nella bassa, superlavoro per l'Ospedale Ramazzini di Carpi

A Carpi il pronto soccorso ha accolto 230 persone, mentre i pazienti più gravi sono stati trasportati all'ospedale Baggiovara di Modena: fino alle 18.30 di ieri, sono arrivate 145 persone di cui oltre un terzo per lesioni riconducibili al sisma

Nonostante non ci sia ancora una stima totale dei feriti per il terremoto nella bassa modenese, sono molti quelli che si sono rivolti agli ospedali per ferite lacero contuse e traumi. A riportarlo è un comunicato diffuso dall'Ausl di Modena. In particolare, a Carpi il pronto soccorso ha accolto 230 persone, mentre i pazienti più gravi sono stati trasportati all'ospedale Baggiovara di Modena. Qui fino alle 18.30 di ieri, sono arrivate 145 persone di cui oltre un terzo per lesioni riconducibili al terremoto. Due di loro sono stati trasportati con l'elisoccorso. I 'codici rossi', che identificano le situazioni più gravi, sono 12. Si tratta di persone in prognosi riservata che hanno subito gravi traumi, alcuni da schiacciamento. Il policlinico di Modena è agibile ma per scrupolo le persone ricoverate nei reparti materno-infantile e cardiologia sono state spostate ai piani più bassi. L'Asl fa poi sapere che contatterà appena possibile i cittadini che hanno visite prenotate per fissare nuovi appuntamenti, mentre chi vuole avere informazioni sui pazienti trasferiti da altri ospedali e ricoverati per il sisma può chiamare il numero verde 800.848088. Aggiornamenti sulla situazione dei feriti nelle prossime ore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto nella bassa, superlavoro per l'Ospedale Ramazzini di Carpi

ModenaToday è in caricamento