rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia

Scuola, riaprono graduatorie per docenti precari

Alto rischio di conflittualità, lunedì 14 aprile assemblea Cisl Scuola a Modena

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Si riaprono le graduatorie per i precari della scuola, con il rischio di conflittualità tra i docenti non stabilizzati che hanno seguito percorsi diversi. Un tema molto delicato che la Cisl Scuola ha deciso di affrontare con un’assemblea per i docenti precari convocata lunedì 14 aprile dalle 15 alle 17 nell’auditorium Cisl di Palazzo Europa (via Rainusso) a Modena. Introduce l’argomento il segretario provinciale della Cisl Scuola Monica Barbolini; interviene Rita Frigerio, componente della segreteria nazionale Cisl Scuola, che parla di reclutamento docenti, graduatorie a esaurimento, prima e seconda fascia, titoli abilitanti. Ricordiamo che le graduatorie dei docenti precari si aggiornano ogni tre anni.

L'ultimo aggiornamento risale al 2011 (per il triennio 2011-14), quindi da maggio in poi si aggiorna, ci si inserisce o reinserisce nelle graduatorie per il triennio 2014-2017. «I docenti precari sono suddivisi in tre graduatorie: a esaurimento (detta anche prima fascia o permanente), seconda e terza fascia – spiega il segretario provinciale della Cisl Scuola – La graduatoria della prima fascia è chiusa, aggiornano solo coloro che sono già dentro. È composta da docenti abilitati, in genere i cosiddetti "precari storici" che insegnano da molti anni. Dalla prima fascia si attingono i docenti per le supplenze annuali (da settembre a giugno o agosto) e per le immissioni in ruolo». Nel 2011 a Modena nella graduatoria a esaurimento c’erano circa 550 docenti per la scuola dell'infanzia, 450 per la scuola primaria, 530 per la scuola media e un migliaio per la scuola superiore. «Dal 2011 a oggi si è avuta qualche immissione in ruolo, per cui in tre anni la graduatoria si è un po' accorciata, ma prevediamo un grande afflusso nei nostri uffici. Si comincia quindi dalla graduatoria a esaurimento (dal 14 aprile al 10 maggio) per poi passare alla seconda e terza fascia.

La seconda fascia – continua Barbolini - è composta da docenti abilitati ma che, per vari motivi, non sono entrati in prima fascia. Fino a ora questa graduatoria era quasi vuota. Poiché tra il 2012 e il 2014 sono state attivate nuove abilitazioni (sia ordinarie, dette "tfa ordinario", sia riservate a chi aveva almeno 360 giorni di supplenza dette Pas, che sta per Percorsi abilitanti speciali), la seconda fascia potrebbe riempirsi, con problemi di varia natura in quanto questi docenti chiedono di andare nella graduatoria a esaurimento che, lo ricordiamo, è chiusa». Poi c’è la terza fascia, composta da coloro che hanno il titolo (cioè la laurea), ma non l'abilitazione. Per costoro non esiste una graduatoria unica, perché questi docenti presentano domanda di supplenza ed entrano in graduatoria nelle scuole che richiedono con una apposita procedura; il numero di scuole nelle quali i supplenti possono chiedere di andare in graduatoria è stabilito dall'ordinanza ministeriale che uscirà presumibilmente verso giugno. «Non è possibile, pertanto, quantificare il numero di questi docenti perché sono sparsi nelle graduatorie di tutte le scuole. Sono comunque tanti e quest'anno – conclude il segretario provinciale della Cisl Scuola - ne prevediamo ancora di più».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, riaprono graduatorie per docenti precari

ModenaToday è in caricamento