“Corpi celesti”, reliquie in mostra ai Musei del Duomo

Inaugura venerdì 13 settembre alle 16.30 la mostra “Corpi celesti – Reliquiari antichi e preziosi tra cielo e terra”, promossa dai Musei del Duomo nell’ambito dell’edizione 2019 del Festivalfilosofia. Nella mostra, curata dalla direttrice dei Musei del Duomo Giovanna Caselgrandi insieme alle collaboratrici Francesca Fontana e Diana Marchi, saranno presenti reliquie provenienti da tutto il territorio diocesano – grazie alla collaborazione delle parrocchie e dell’Archivio storico diocesano –, dal grande valore artistico e storico, oltre che devozionale.

“Abbiamo declinato così il tema ‘persona’ del Festivalfilosofia 2019 – spiega Giovanna Caselgrandi, curatrice della mostra e direttrice  dei Musei del Duomo – perché le reliquie sono le ossa di persone sante o martiri, che dopo essere morte torneranno ad essere persone alla fine dei tempi. Ci siamo ispirate al <Credo>: per chi ha il dono della fede, infatti, queste ossa sono destinate a tornare in vita, saranno di nuovo persone. Oggi il culto delle reliquie non è così diffuso, di certo non come in epoca medioevale quando assumeva anche un significato politico, ma è giusto ricordare che l’Europa delle cattedrali trae origine proprio dal culto delle reliquie, spesso questi edifici sacri sono sorti per conservare le reliquie dei santi, non da ultimo il Duomo di Modena, per questo definito Domus Clari Geminiani”. 

Tra gli oggetti in mostra ci sarà anche il braccio di san Geminiano, che non è stato mai esposto se non durante le celebrazioni legate alla festa del Santo Patrono. <La santa reliquia – spiega Caselgrandi – tornerà ad essere vicina all’altarolo di san Geminiano, perché in origine i due oggetti andavano insieme e anzi molto probabilmente l’altarolo conteneva la reliquia del santo che oggi è contenuta nel braccio. L’altro oggetto da non perdere è la stauroteca a doppia traversa di Nonantola, che sarà protagonista di un interessante confronto con la stauroteca di Modena>.

Nei tre giorni del Festivalfilosofia, <Corpi celesti> sarà visitabile, ad ingresso gratuito, venerdì 13 settembre e sabato 14 settembre dalle 9.30 alle 22, domenica 15 settembre dalle 9.30 alle 18.30; fino al 30 settembre gli orari di apertura saranno da martedì a domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle15.30 alle 18.30, a partire dal 1° ottobre e fino alla chiusura del 12 gennaio 2020 la mostra sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 (ingresso intero 4 euro, ridotto 3 euro, cumulativo sito Unesco 6 euro). 

Nei prossimi mesi i Musei del Duomo organizzano tre eventi correlati alla mostra. Il primo sarà domenica 13 ottobre alle 16, con <Draghi volanti, unicorni e santi>, laboratorio organizzato nella giornata nazionale delle famiglie al museo, ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti (prenotazione obbligatoria alla mail info@museidelduomodimodena.it). Domenica 27 ottobre alle 16 la visita guidata alla mostra sarà inclusa nel prezzo del biglietto d’ingresso, terzo ed ultimo appuntamento sarà sabato 30 novembre alle 15.30, con la conferenza <Amabili resti, il Medioevo e le reliquie>, tenuta dalla direttrice Caselgrandi presso il salone dell’arcivescovado (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti). 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • "9 Gennaio 1950- 9 Gennaio 2020: la memoria della città", in mostra ad AGO

    • dal 9 gennaio al 8 marzo 2020
    • AGO Modena Fabbriche Culturali
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata

I più visti

  • Il Carnevale vien di notte, a Formigine i carri sfilano (anche) al calar del sole

    • Gratis
    • dal 20 al 25 febbraio 2020
    • Centro Storico
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "9 Gennaio 1950- 9 Gennaio 2020: la memoria della città", in mostra ad AGO

    • dal 9 gennaio al 8 marzo 2020
    • AGO Modena Fabbriche Culturali
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento