rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

"Alluvione Modena: nutria espiatoria o mancanza di fondi e controlli?"

L'interrogativo di Liana Barbati, Presidente del gruppo assembleare regionale dell’Italia dei Valori

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

“Mentre le prime stime dell'esondazione del Secchia dipingono scenari disastrosi, le spiegazioni sul cedimento dell'argine toccano picchi di fantasia difficilmente eguagliabili. La colpa del disastro è stata data a nutrie, tassi e volpi: giustificazioni parziali  che non possono soddisfare né tranquillizzare le centinaia di persone che stanno vivendo il dramma. Ammesso e non concesso che una responsabilità possa essere attribuita alle nutrie, ma quante erano? Possibile allora che nessuno si sia accorto prima della incredibile capacità di riproduzione e occupazione di questo animale? Non avrebbero mai potuto causare un danno talmente grande da far cedere addirittura un argine” si domanda Liana Barbati, presidente del gruppo assembleare dell’Italia dei Valori.

“Dobbiamo purtroppo prendere atto, nonostante le azioni e i fondi messi in campo in questi anni dalla Regione, che il nostro è un territorio più fragile di quanto potessimo immaginare. Un territorio colpito da sciagure ed eventi non prevedibili ma certamente controllabili. Sono certa della bontà dei controlli e delle politiche scelte ma è chiaro per tutti, per primi i cittadini, che non sono bastate. Il problema non è solo a valle ma a monte: non possiamo continuare a subire tagli dal Governo e pretendere di difendere i nostri territori” prosegue Barbati.

“I tanti nostri piccoli comuni, senza più fondi o strumenti, si trovano ad affrontare sempre più spesso situazioni emergenziali solo con la propria forza e il senso di appartenenza ad una comunità. Non può e non deve bastarci. Smettiamola quindi di invocare disperatamente la nutria espiatoria o altre fantasiose ipotesi, per difendere la nostra terra servono forze, politiche e fondi che fin qui evidentemente non sono bastati. La responsabilità dei mancati controlli di certo è in altro loco” conclude la consigliera regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Alluvione Modena: nutria espiatoria o mancanza di fondi e controlli?"

ModenaToday è in caricamento