"Cianuro nelle acque dell’oasi naturalistica di Manzolino-Tivoli, quali rischi?"

Il caso viene portato in consiglio comunale a Castelfranco Emilia dalla Lega Nord con il capogruppo Giorgio Barbieri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Il sito naturalistico di Manzolino - Tivoli è costituito da un ampio invaso che ha funzione di cassa di espansione delle acque del Canale di San Giovanni e da due serie di bacini di superficie minore. Presso questa area, riconosciuta "Sito di importanza comunitaria" e "Zona di protezione speciale", sono stati recentemente eseguiti nuovi interventi ambientali con l'obiettivo di migliorare le acque del Canale San Giovanni mediante lagunaggio e di ricostruire habitat palustri e strutture per la fruizione da parte del pubblico. I predetti interventi ambientali sono stati inaugurati lo scorso 18 maggio 2013 e sono costati poco più di 120.000,00 euro.

Abbiamo appreso che di recente l'OIPA - Organizzazione Internazionale Protezione Animali - abbia prelevato, per esaminarli, campioni di acque dalla suddetta area e sembrerebbe essere stata rilevata la presenza di cianuro in misura superiore ai limiti consentiti.

Pertanto abbiamo presentato specifica interrogazione urgente,(corredata da foto, che dimostrano efficacemente le acque inquinate e la "moria" di pesci) per sapere dal Sindaco Reggiani se la circostanza corrisponde al vero, quali siano i rischi per la fauna e per gli avventori dell'Oasi e quali iniziative intenda intraprendere per una vera politica di tutela ambientale basata sui fatti e non sulle parole. La stessa interrogazione è stata trasmessa al Sindaco di San Giovanni in Persiceto ed al Presidente del Consorzio di Bonifica Burana.

Auspichiamo un tempestivo e rapido intervento onde evitare danni che potrebbero anche essere irreparabili. Ma visto il piano cave che la Giunta Reggianini ha recentemente illustrato in commissione e che è stato approvato dalla sola maggioranza PD nel Consiglio Comunale del 31.07.2013, temiamo che per loro l'ambiente sia di secondaria importanza.

Ci auguriamo che tutto questo, non abbia nulla a che vedere con un recente guasto al depuratore di Hera? Noi, comunque, non molliamo!

Torna su
ModenaToday è in caricamento