rotate-mobile
Calcio

Calcio, Modena: presentato il settore giovanile tra conferme e novità

Alcuni volti nuovi e progetti per crescere sempre di più, oltre alle conferme di tanti staff per il settore giovanile canarino

Questa mattina presso la sala stampa dello stadio ‘Braglia’ è stato presentato il settore giovanile canarino e a fare gli onori di casa è stato il responsabile Mauro Melotti: “Ci ritroviamo con qualche faccia nuova perché è opportuno ogni tanto cambiare. Abbiamo iniziato con buoni auspici: non guardiamo solo il risultato, ma il miglioramento dei ragazzi. Affronteremo campionati molto impegnativi quest’anno e già domenica Under 16 e Under 15 giocheranno contro il Napoli. Andiamo avanti con fiducia e lavoro e speriamo di aver azzeccato gli staff in cui abbiamo grande fiducia; tutti riscuotono la nostra stima anche dal punto di vista umano e caratteriale”.

“In particolare vorrei ringraziare i volontari, i nostri accompagnatori che lo fanno in maniera gratuita perché sono grandi tifosi e sono sempre a disposizione delle squadre e dei tecnici. L’obiettivo della Primavera sarà di portare qualcuno nella prima squadra, anche se sarà difficile per il valore tecnico richiesto. Un’altra novità importante è il segretario del settore giovanile che è Stefano Casolari. Anche quest’anno poi continueremo la collaborazione con l’Inter andremo a Milano per organizzare le visite che faremo noi là e loro a Modena. L’anno scorso sono stati tutti molto contenti della collaborazione e quest’anno proseguirà sperando possa esserci anche uno scambio di giocatori, ma sarà difficile tra Primavera3 e Primavera1”, ha concluso Melotti.

E’ toccato poi a mister Mandelli, allenatore della Primavera, prendere la parola: “Sono molto contento di essere arrivato a Modena e ho colto con entusiasmo l’offerta della società perché è una società a cui sono legato avendo giocato qui ed è la mia città perché sono rimasto a vivere qua. Questa è una società che ha voglia di crescere e anche a me servono sempre stimoli importanti. Spero di poter dare qualcosa e di ricevere anche in cambio. Con Tesser abbiamo avuto pochi contatti fino ad ora, anche perché ci alleniamo in posti diversi. Un grande salto di qualità sarà fatto quando il Modena costruirà un centro sportivo dove si potrà condividere tanto tra settore giovanile e prima squadra”.

A presentare invece un nuovo progetto iniziato in estate è stato Filippo Bruni: “Si tratta di ‘Canarini si cresce’, un nuovo progetto che sta a cuore alla società, per essere presente e investire sul territorio. In questo modo si dà supporto e visibilità alle piccole società ed è anche un modo per far crescere il calcio nel nostro territorio. Permetterà a tanti giovani di indossare la maglia del Modena e da mesi stiamo facendo iniziative che permetteranno sempre di più di avvicinarsi al mondo gialloblù. Per ora sono già 23 le società affiliate e il requisito per affiliarsi è che siano società della regione per poter essere presenti sui loro campi. Le incontreremo nelle prossime settimane e doneremo uno striscione come simbolo di affiliazione e successivamente usciranno tutte le informazioni sui nostri canali di comunicazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Modena: presentato il settore giovanile tra conferme e novità

ModenaToday è in caricamento