rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Guardia di Finanza, l'associazione "Gli amici del cuore" dona un defibrillatore

Alla cerimonia di consegna hanno partecipato i 19 militari frequentatori del corso di formazione al pronto soccorso, nei confronti dei quali il Prof. Spinella ha consegnato personalmente gli attestati di partecipazione al corso, necessario per la corretta utilizzazione del prezioso strumento

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Un defibrillatore per diffondere la formazione del primo soccorso tra gli appartenenti alla Guardia di Finanza. È questo il dono che il presidente dell’Associazione “Gli Amici del Cuore” di Modena, Prof. Giovanni Spinella, ha fatto al Comando Provinciale della Guardia di Finanza, nel corso di un incontro tenutosi nella mattinata odierna, nella sede della Caserma di viale Piersanti Mattarella. Un sodalizio, quello tra l’Associazione ed i militari delle “Fiamme Gialle”, che si è consolidato sulla base comune della promozione di valori, esempi ed esperienze per una cittadinanza responsabile, al servizio del prossimo e che perdura da oltre un quinquennio, a seguito del protocollo d’intesa sottoscritto l’8 aprile 2008 tra il Comando Generale della Guardia di Finanza e l’Associazione Nazionale CONACUORE.

Alla cerimonia di consegna hanno partecipato i 19 militari frequentatori del corso di formazione, nei confronti dei quali il Prof. Spinella ha consegnato personalmente gli attestati di partecipazione al corso, necessario per la corretta utilizzazione del prezioso strumento. Presso la struttura sede del Comando della Guardia di Finanza il defibrillatore è stato posizionato presso il Corpo di Guardia, all’ingresso dell’immobile, a disposizione di eventuali emergenze che si dovessero verificare nella zona.

Si tratta di un defibrillatore semi-automatico facile da utilizzare, di piccole dimensioni, leggero, trasportabile e funzionante a batteria. Lo strumento legge automaticamente l'elettrocardiogramma del paziente e determina se si è verificato un arresto cardiaco che necessita di defibrillazione, in modo che medici, professionisti e operatori che abbiano ricevuto una formazione di base possono azionarlo facilmente in una situazione d'emergenza. Un altro defibrillatore in più sul territorio, capace di garantire al quartiere un immediato intervento ad opera di personale qualificato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di Finanza, l'associazione "Gli amici del cuore" dona un defibrillatore

ModenaToday è in caricamento