rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Sassuolo / Circonvallazione Sud - Est

Ospedale Sassuolo, opere d’arte per raccogliere fondi contro la SLA

Si intitola “La Finestra sul mondo” la nuova iniziativa benefica di VolontariArte, come il libro che raccoglie le poesie di Rossella Fusco e le illustrazioni realizzate da artisti famosi e dai ragazzi delle scuole elementari. Da oggi, all’interno dell’ospedale, sarà esposta una selezione dei disegni e dei testi più suggestivi contenuti nel volume

Rossella Fusco è stata tra i primi pazienti a cui, in provincia di Modena, venne diagnosticata la Sclerosi Laterale Amiotrofica (più comunemente chiamata ‘SLA’). Era il 1997 e la donna, scomparsa esattamente dieci anni dopo, aveva 36 anni. Alla sua memoria è dedicata la mostra “La finestra sul mondo” allestita in Ospedale a Sassuolo da oggi, mercoledì 15 luglio, fino al 6 settembre prossimo.

Un percorso letterario e artistico tratto dall’omonimo libro pubblicato recentemente dall’editore Artestampa di Modena che raccoglie, per la prima volta, le poesie scritte da Rossella nei suoi ultimi due anni di vita e opere d’arte ispirate ai suoi componimenti, realizzate da artisti di caratura Nazionale come e da giovani talenti delle scuole elementari locali.

All’interno dell’Ospedale, da oggi, sarà esposta una selezione di 21 illustrazioni e altrettante poesie per far conoscere la storia commovente della giovane e, attraverso le sue ‘filastrocche’ e i disegni, la condizione e il percorso delle persone colpite da Sclerosi Laterale Amiotrofica.  L’iniziativa, promossa da VolontariArte, ha l’obiettivo di sostenere la sezione locale dell’Associazione Italiana SLA (A.I.S.L.A.). Per l’occasione, ospite a Sassuolo anche il celebre writer milanese ‘Bros’ – autore, tra l’altro, della copertina del libro – che realizzerà 50 serigrafie firmate e una tela da mettere in vendita per raccogliere fondi in favore di A.I.S.L.A. oltre ad un “murale” in dono all’Ospedale di Sassuolo, scoperto per la prima volta in concomitanza con l’inaugurazione della mostra d’arte.  

“La finestra sul mondo è un libro che nasce dalla gratitudine spontanea e sincera – sottolinea il Direttore Generale dell’Ospedale di Sassuolo, Bruno Zanaroli – che abbiamo provato subito quando ci è stato presentato questo progetto. Il calore umano e la bellezza di cui sono intrise queste poesie, sapientemente illustrate nel libro, ci hanno davvero emozionato ed è per questo che abbiamo deciso di presentare questa mostra, nella speranza che possa contribuire ad accendere i riflettori su un tema mai sufficientemente conosciuto, come la SLA. Ringrazio, sin d’ora, tutti coloro che vorranno contribuire con il loro aiuto a sostenere A.I.S.L.A. anche grazie all’acquisto del libro, disponibile in Ospedale, e delle opere di Bros, appositamente realizzate per l’iniziativa”.

“Lo spirito umano, l’energia e il coraggio – sono le parole commosse del Presidente della sezione modenese di A.I.S.L.A. l’avvocato Gian Carlo Ferrari – trovano nell’arte e nelle filastrocche di Rossella Fusco la forza espressiva e vitale delle persone che, superando le limitazioni imposte dalla malattia, ci consegnano un dono prezioso da custodire. Una testimonianza della volontà ferma e decisa di non smarrirsi di fronte alle avversità dell’esistenza. Oggi Rossella ci manca molto ma il suo ricordo, dolce e prezioso insieme, ci aiuta a portare avanti la battaglia contro la SLA, in modo sempre più determinato e con una speranza più forte”.

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione dei volontari A.I.S.L.A. e alla passione dell’insegnante Tina de Falco, curatrice del volume che ha lavorato più di otto mesi alla sua realizzazione. L’intero importo per allestire la mostra è stato donato dallo studio “Stampa Digitale Punto Jpg”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Sassuolo, opere d’arte per raccogliere fondi contro la SLA

ModenaToday è in caricamento