rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Politica

Policlinico e Baggiovara, da luglio parte il progetto di integrazione

Sarà costituita dal 1 luglio la cabina di regia che dovrà gestire il processo sperimentale di integrazione, con durata tre anni, tra i due ospedali modenesi Policlinico e Baggiovara. E' quanto è stato riportato dal sindaco Muzzarelli ieri al consiglio comunale

Sarà costituita dal 1 luglio la cabina di regia che dovrà gestire il processo sperimentale di integrazione, che durerà tre anni, tra i due ospedali modenesi Policlinico e Baggiovara. E' questo il contenuto riportato dal sindaco di Modena Muzzarelli durante il consiglio comunale di ieri, in cui ha spiegato che è previsto per il 17 giugno un incontro con associazioni e professionisti.

Le scelte operative – spiega il sindaco – sono ancora da definire e intendiamo condividerle attraverso un confronto con tutti i protagonisti della sanità modenese, istituzioni, operatori, sindacati e associazioni che abbiamo già cominciato e che proseguirà con un incontro con associazioni e professionisti previsto per venerdì 17 giugno. Il confronto vuole valorizzare un processo che ha come unico obiettivo il miglioramento della qualità dei servizi ai cittadini. Lo scopo dell’unificazione non è infatti risparmiare sui costi ma garantire una sanità più moderna ed efficiente. Modena ha già dato sul profilo della riduzione dei costi e deve ricevere le risorse che merita una sanità capillare, sviluppata, di alta qualità”.

MUZZARELLI: "PASSIAMO DALLA COMPETIZIONE ALLA COLLABORAZIONE". Muzzarelli, come già evidenziato nell’incontro della Ctss con l’assessore regionale alle Politiche per la salute Sergio Venturi avvenuto lo scorso 30 maggio, ha spiegato che: "Obiettivi dell’unificazione sono garantire più efficienza nel rispondere a bisogni di cura e assistenza di un paziente diverso, più complesso, complicato e spesso fragile; migliorare la qualità dell’assistenza integrando saperi professionali, semplificando i processi clinici, migliorando le specializzazioni e riducendo le duplicazioni; aumentare l’efficienza nell’uso delle risorse a disposizione."

I BILANCI DELLE AZIENDE SANITARIE IN LINEA CON GLI OBIETTIVI REGIONALI. Le aziende sanitarie della provincia hanno presentato bilanci di esercizio 2015 in linea con gli obiettivi regionali anche in materia di liste di attesa. “Anche per il 2016 – ha aggiunto Muzzarelli – le aziende prevedono, sia pure con difficoltà, il rispetto del pareggio. Ragionare del sistema modenese significa avere una visione chiara di tutto il sistema provinciale, perché questa è la realtà al cui interno si opera: abbiamo molta responsabilità per definire bene l’asse ospedale-territorio e la caratterizzazione della rete degli ospedali. Stiamo entrando nella fase operativa e servirà il contributo di tutti per rispondere alle tante sfide aperte oggi sul fronte sanitario rafforzando le tante eccellenze e professionalità che abbiamo nei due ospedali e migliorando la qualità dei servizi”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico e Baggiovara, da luglio parte il progetto di integrazione

ModenaToday è in caricamento