Da Stone Island al Policlinico di Modena, donato l’ecocardiografo per immagini 3D del cuore e del polmone

Le tecnologie in campo medico del nostro territorio si arricchiscono ancora. Da Stone Island arriva in donazione un modernissimo ecocardiografo per diagnosi veloci e precise e in grado di realizzare immagini tridimensionali di cuore e polmoni. Un passo importante per curare le complicanze del COVID19

La struttura complessa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliero-universitaria del Policlinico di Modena, diretta dal professor Giuseppe Boriani, può contare su un nuovo ecografo ed ecocardiografo del valore di oltre centomila euro, finanziato grazie alla donazione di Stone Island, che consente diagnosi veloci e precise di quelle anomalie  della pleura e del polmone che sono una delle principali complicanze del COVID19.

L’ecocardiografo Philips Epiq Ultrasound Machine 3D è un’apparecchiatura dotata di sonda cardiologica, polmonare e trans-esofagea. Si tratta di uno strumento estremamente sofisticato che consente la visualizzazione e l’acquisizione dettagliata di immagini ecografiche del cuore e del polmone anche nella loro tridimensionalità. Questa peculiarità consente indagini diagnostiche più rapide e precise al fine di guidare procedure terapeutiche più mirate senza utilizzo di mezzo di contrasto e di radiazioni.

Grazie a questa donazione i cittadini della nostra città e della nostra provincia hanno a disposizione la migliore tecnologia in ambito ecocardiografico in grado di fornire una gamma di prestazioni più evolute di quelle disponibili in precedenza e di aprire nuove prospettive diagnostiche e terapeutiche.

“Una delle più gravi complicanze del COVID19 – spiega il prof. Giuseppe Boriani – è la trombo-embolia polmonare che provoca inspessimenti nella pleura e micro-consolidamenti polmonari rilevabili con tecniche ecografiche. Questa tecnologia consente in tempi rapidi e in maniera semplice e immediata un indirizzo diagnostico e, potendosi applicare al letto del paziente, di ottimizzarne la terapia. Si tratta quindi di avere una tecnologia all’avanguardia a disposizione dei nostri ecocardiografisti che consente di occuparci al meglio del paziente che è sempre il nostro punto di riferimento e il bene primario della nostra professione”.

L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena desidera esprimere la propria gratitudine   alla Stone Island per aver donato questo strumento indispensabile e che migliora ulteriormente l’efficienza del Sistema Sanitario della nostra regione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Castelvetro, ciclista di 27 anni esce di strada e perde la vita in via Bionda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento