rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Politica

Bilancio, 13 emendamenti da FdI su taglio Imu e sostegno a giovani e famiglie

Barcaiuolo (FdI): “Nel bilancio preventivo vi sono sprechi che è possibile ridurre, in favore di misure concrete che vadano a sgravare il carico fiscale delle famiglie e che sostengano gli studenti, le ragazze madri, i portatori di handicap, le famiglie italiane numerose e altre categorie penalizzate”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Delle 25 proposte di emendamento che verranno discusse giovedì in commissione e lunedì prossimo dal Consiglio comunale dedicato al bilancio preventivo, oltre la metà, ossia 13, provengono dal banco di Fratelli d'Italia. La forza politica rappresentata da Michele Barcaiuolo è infatti l'unico partito di centrodestra ad aver presentato documenti per la modifica del bilancio: “Questa è una delle rarissime occasioni in cui l'opposizione può intervenire sulla politica dell'Amministrazione e noi – spiega proprio il consigliere Barcaiuolo – abbiamo deciso di farlo in modo costruttivo, pur rendendoci conto delle difficoltà contingenti, decidendo di individuare gli sprechi e proponendo di finanziare nuovi interventi”.

Tre emendamenti (corredati da altrettante delibere) riguardano una questione scandalosa dal punto di vista della giustizia sociale, che interessa da vicino diverse migliaia di modenesi. “É inconcepibile che l'Imu sui comodati d'uso gratuiti ai parenti di primo grado sia mantenuta così alta (0,76‰). Per intenderci – spiega sempre Barcaiuolo – se un genitore lascia un proprio appartamento alla famiglia del figlio, questo giovane nucleo famigliare può arrivare a pagare fino a 700 o 800 euro di Imu. Sproporzionato se pensiamo che i contratti convenzionati, ad esempio, vengono tassati di quasi la metà, pur fornendo un reddito che il comodato d'uso invece non produce. Per questo abbiamo presentato tre emendamenti di progressiva riduzione di questa aliquota, che ci pare di assoluto buon senso”. Per finanziare questo abbassamento dell'Imu e i dieci successivi emendamenti, si è previsto di ritoccare quelle che per noi erano spese eccessive o ingiustificate, piccolissime cifre prese da svariati capitoli del bilancio: consulenze esterne, finanziamenti ad associazioni culturali che non rendicontano le iniziative finanziate, costi imputabili alla Presidenza del Consiglio Comunale per iniziative della Presidente.

Ecco in sintesi gli interventi che proporremo al Consiglio Comunale: 100mila euro per le borse di studio universitarie su progetti di marketing territoriale, un fondo per aiutare le ragazze madri, uno per l'assegnazione di un buonosport alle famiglie in difficoltà economica per far praticare sport ai bambini, 150mila per un aiuto alle famiglie italiane numerose nel pagamento delle utenze domestiche, due emendamenti per l'incremento dei fondi aiportatori di handicap, 150mila euro uno per l'aiuto alle scuole materne paritarie Fism al fine di abbassarne le rette, 100mila per un fondo per aiutare i giovani imprenditori, altri 100mila per l'estensione del wi-fi comunalein centro e nei parchi della città ed infine un minimo contributo la celebrazione del 10 Febbraio, Giorno del Ricordo, ovviamente non prevista in bilancio.

“Ci auguriamo – conclude Barcaiuolo – che gli emendamenti vengano presi in considerazione con obiettività dalla maggioranza di centrosinistra e non rigettati in modo pregiudiziale solo perché provenienti da una forza politica di opposizione, locale e nazionale”.

A margine della presentazione degli emendamenti, il Presidente della Circoscrizione 1 Roberto Ricco ha sottolineato l'importanza delle proposte concrete svolte da Fratelli d'Italia: “Sentiamo parlare, con riferimento anche alle prossime elezioni amministrative, di anteporre i programmi alla discussione sui candidati. Benissimo – ha spiegato Ricco – il nostro primo punto programmatico è proprio questo: se il centrodestra vuole rappresentare una degna alternativa per l'amministrazione di questa città, deve farsi promotore di proposte realizzabili. Il nostro lavoro sul bilancio va proprio in questa direzione e ci duole constatare che siamo stati gli unici nel centrodestra a scegliere la strada della politica costruttiva e attenta alle esigenze dei cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio, 13 emendamenti da FdI su taglio Imu e sostegno a giovani e famiglie

ModenaToday è in caricamento